Una grande gara quella corsa in Russia, autodromo di Soci.

Mercedes e Ferrari hanno dato vita ad un bellissimo spettacolo a suon di giri veloci e ritmi elevatissimi, con uno strepitoso Bottas a portare in pareggio la sfida tra i due costruttori ( 2 vittorie per Vettel, 1 per Hamilton e il finlandese) e regalando alla casa di Stoccarda un successo che, incredibilmente, sembrava impossibile dopo le giornate di venerdì e sabato.

Invece la Mercedes c’è ed ha dimostrato che quando il gioco si fa duro, loro sono presenti e sempre pronti a portare a casa il bottino.

Il rammarico in casa Ferrari indubbiamente è presente, con il rimpianto di aver sbagliato la partenza ed essersi fatti “Infilare” dal finlandese in grigio, buttando al vento l’incredibile prima fila del giorno precedente.

Pessima la prestazione di Lewis Hamilton, messo in ombra a partire dal sabato dal suo compagno di scuderia, e totalmente annichilito in gara, con un distacco di oltre 36” che fanno pensare che qualcosa non sia andato dritto nel box del campione britannico.

GP DI RUSSIA: L’ORDINE D’ARRIVO

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 77 Valtteri Bottas MERCEDES 52 1:28:08.743 25
2 5 Sebastian Vettel FERRARI 52 +0.617s 18
3 7 Kimi Räikkönen FERRARI 52 +11.000s 15
4 44 Lewis Hamilton MERCEDES 52 +36.320s 12
5 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 52 +60.416s 10
6 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 52 +86.788s 8
7 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 52 +95.004s 6
8 27 Nico Hulkenberg RENAULT 52 +96.188s 4
9 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 51 +1 lap 2
10 55 Carlos Sainz TORO ROSSO 51 +1 lap 1
11 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 51 +1 lap 0
12 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO 51 +1 lap 0
13 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 51 +1 lap 0
14 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 51 +1 lap 0
15 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 51 +1 lap 0
16 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 50 +2 laps 0
NC 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 5 DNF 0
NC 30 Jolyon Palmer RENAULT 0 DNF 0
NC 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 0 DNF 0
NC 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 0 DNS 0

PRIMO SUCCESSO PER BOTTAS: per il finlandese è la prima vittoria in F1 dopo undici podi e dopo sole 4 gare in Mercedes: non male per uno che la gara precedente aveva dovuto sottostare agli ordini del team lasciando passare Hamilton. Andategli ora a dire di fare il secondo…

IL DITO MEDIO DI VETTEL
: alla fine della gara, il tedesco della Ferrari è stato autore di un “gestaccio” nei confronti dell’ex ferrarista Felipe Massa secondo Sebastian il brasiliano lo avrebbe danneggiato impedendogli di avvicinarsi a Bottas proprio nel finale di gara, quando invece, essendo doppiato, doveva lasciar strada in maniera più agevole a Vettel. Proprio il tedesco però ha podio ha minimizzato l’accaduto.

RECORD RAIKKONEN: il finlandese in rosso ha chiuso sul gradino più basso del podio il suo miglior weekend dell’anno, condito anche dal giro veloce in gara ed una solidità che non si vedeva da tempo. Peccato per la partenza che ha penalizzato la sua gara e quella del compagno. Con questo podio raggiunge Alonso nella classifica di sempre per secondi e terzi posti, ben 65.