I social, piattaforme con milioni di funzioni. Miliardi di visite. Con un indice di share più alto di quello di Barbara D’Urso. Gli argomenti trattati sono infiniti. Dalla moda alla cucina, dai meme al mondo dei motori.  Sei un motociclista che vuole pubblicare qualcosa di fico su instagram? Bene allora senti cosa ti propongo. Le foto sono il fulcro di ogni buona riuscita di un post e quali sono i trucchi per far si che uno scatto sia perfetto, soprattutto in sella alla tua moto?

Noi ve ne spiegheremo 5, i più importanti, per migliorare le capacità tecniche, da fotografo, che sono in voi.

Telefono o macchina fotografica?

Il primo dilemma è quale “aggeggio” uso? Macchina fotografica o telefono smartphone? Partiamo dal fatto che il mondo delle reflex, mirrorless, compatte, action cam è molto ampio. Confermiamo che quest’ultime sono migliori, in termini di risoluzione, rispetto ad un telefono, ma sono meno comode essendo più ingombranti di un cellulare. Se si va in moto è difficile tirare fuori una reflex dallo zaino.

foto: .photo damiano fiorntini

Cosa molto più facile con lo smartphone. D’altro canto però le macchine fotografiche offrono prestazioni migliori. Quindi il mio consiglio è, se vai in moto e vuoi solo catturare i paesaggi, farti selfie e quant’altro, per il solo ricordo, il telefono è perfetto. Altrimenti se vuoi che il tuo account instagram pulluli di foto con te con il ginocchio a terra in curva sceglierei, una reflex, per il motivo che ha più qualità nelle foto in movimento e una risoluzione e velocità migliori.

Quale fotocamera?

Se hai scelto foto con “il gomito a terra” ha scelto bene. Ora però ti serve una fotocamera adatta. Una reflex fa al caso tuo. Le caratteristiche che dovrà aver sono Megapixel in abbondanza, una velocità dell’otturatore che batta Lewis Hamilton, e soprattutto una buona messa a fuoco che però dipende soprattutto dal fotografo. Per essere pratici una Canon EOS R3 va benissimo, veloce e molto buona. Altrimenti una Sony Alpha, regina della fotografia, oppure una Nikon Z5 o Z6II sono perfette.

Come posizionarsi, dove…?

Il tuo amico ti chiede “mi puoi fare una foto mentre passo?” e tu “certo”, allora dovrai avere in mente dove posizionarti per far si che venga uno scatto pazzesco. Le posizioni migliori e più usate sono mettersi all’interno della curva, in modo da riprendere la saponetta sul ginocchio che tocca l’asfalto. Preferibilmente quasi a livello con il suolo così da rendere più accattivante lo scatto.

Oppure all’esterno della curva, dall’altra parte della strada. In questo modo avrai uno scatto più classico. Per piloti non così esperti da mettere di traverso la moto, ma che vogliono comunque essere considerati tali. La terza e ultima è posizionarsi sulla linea di mezzaria, la linea in mezzo alle carreggiate, stesi a terra. Così facendo si ottiene una foto frontale mettendo in primo piano la strada, ma con il pilota che sfreccia sulla linea dell’orizzonte. Si però facendo attenzione che la strada sia deserta.

Tecniche

Sfondo in movimento e moto ferma. Messa a fuoco solo della moto. Uno scatto panoramico di pilota, moto e paesaggio. Queste sono una parte delle tecniche per una foto che non passi inosservata. Bisogna non essere dei principianti alle prime armi per riuscire nell’impresa della foto con sfondo “astratto” e moto al centro nitida, però si può provare. Invece per le altre due tutti possono riuscirci.

Post-produzione

Questo step viene definito dai fotografi di tutto il mondo il punto più importante. Da qui si vede il vero fotografo, che abbia un minimo di occhio. Se si esagera si rischia di rovinare la foto. Se, al contrario, non si da quella spinta in più alla foto, questa resta un semplice scatto. Nel caso di foto con smartphone ci si può avvalere delle applicazioni predisposte nel telefono, altrimenti si possono scaricare app come Picsart, Snapseed.

Per le foto fatte con reflex il miglior programma per post-produzione è Adobe Photoshop. In alternativa, essendo un programma non semplice da usare e a pagamento, c’è GIMP oppure Pixrl, quest’ultimo è editor di foto online. Tutti e due molto prestazionali. A questo punto spero che da oggi in poi non si vedano più foto di impennate con un dito che sbuca nell’immagine o immagini con spalla terra sfocate.