Addio metano, ormai i prezzi sono alle stelle, conviene davvero andare a benzina | Che stangata

Addio metano, a causa della crisi energetica i prezzi sono aumentati e questi si ripercuotono ovviamente sul costo della vita di tutti gli automobilisti.

Costo del metano alle stelle
Costo del metano alle stelle – Motorinews.it

Spostarsi in auto o in moto è diventato un incubo per tutti, anche per coloro che avevano scelto il metano per risparmiare. In molti oggi preferiscono spostarsi con i mezzi pubblici piuttosto che con i mezzi privati per risparmiare. Costa meno un biglietto autobus o treno, rispetto allo spostarsi in auto e quindi consumare carburante.

Questi ultimi, oggi trovano conveniente viaggiare a benzina, piuttosto che con il metano che ha un costo davvero elevato e per nulla conveniente.

addio metano-Motori.news

Addio metano, ecco i dati del Ministero

Basta rifarsi ai dati pubblicati dal ministero dello sviluppo economico, per avere un’idea chiara di quello che sta succedendo. I dati infatti sono molto chiari e mettono in evidenza una situazione paradossale. Per adesso la media della vendita del metano, oscilla tra i 2,438€ e i 2,872 al chilo. In provincia di Roma i prezzi vanno addirittura da €3,299 al chilo a 1,575 euro. Può sembrare costoso, ma non è niente al confronto con il costo del metano in altre città d’Italia.

L’addio al metano è quasi d’obbligo per esempio a Torino e a Napoli, dove le pompe mostrano quasi €4 al kg, a Bologna €4,30, a Milano €4,55, a Verona €5,24 al chilo. Ovviamente, poi ci sono prezzi molto più bassi in alcuni distributori in giro per l’Italia, ma a confronto con il prezzo di vendita di qualche mese fa, sono comunque cifre elevate.

Il motivo della differenza di prezzo, evidente e sostanziale, tra una città e l’altra riguarda i contratti che i distributori firmano per la fornitura. Ci sono alcuni distributori che hanno accordi più lunghi e di durata biennale, altri invece che hanno firmato accordi di meno di 12 mesi o comunque al massimo di un anno. I prezzi cambiano in entrambi i casi.

Il caro vita parte dal carburante

Questo si riflette inevitabilmente anche sui consumatori che sono costretti a pagare molto di più rispetto a prima. Poi c’è un’altra motivazione che non si può non tenere presente. In Italia le pompe di benzina e diesel sono 20.000, mentre i distributori di metano sono soltanto 1500. A seguito della guerra e della pandemia da covid, i prezzi sono cambiati tantissimo, vivere è diventato veramente difficile.

Qualora i prezzi dovessero rimanere a questi livelli, potrebbe convenire molto di più andare a benzina. Questo perché secondo un rapido calcolo, il costo medio della benzina almeno per adesso è di €1,77 al litro. La differenza con il costo del metano è sostanziale.