Aleix Espargarò accende la sfida: “Sono qui per battere Quartararo”

Aleix Espargarò limita i danni a Silverstone dopo l’incidente nelle FP4 e rilancia la sfida al leader della Yamaha Fabio Quartararo.

Aleix Espargaro (foto Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

Dopo l’incidente rimediato nelle FP4 a Silverstone si è temuto che il week-end di Aleix Espargarò fosse già terminato. Invece il pilota Aprilia si è rialzato, ha tenuto la sessione di visite mediche ed è subito ritornato in sella alla sua RS-GP22 con cui sta lottando per il titolo mondiale. La caduta alla 12 è stata brutale, un violento highside a 180 km/h che gli ha provocato contusioni alle caviglie, in particolare alla destra.

Sotto antidolorifici Aleix Espargarò ha deciso di continuare nelle qualifiche, ottenendo un prezioso sesto posto, e in gara, dove è arrivato nono alle spalle del diretto avversario Fabio Quartararo, anche lui alle prese con qualche problema di troppo, anche se di natura tecnica e strategica. Nulla cambia tra i due dopo la ripresa del Mondiale, il francese prende un punto in più rispetto all’avversario dell’Aprilia, ma nulla di fatto.

Aleix Espargarò rilancia la sfida

Aleix Espargaro (Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

Ci sono quasi due settimane di tempo per recuperare dall’infortunio e ripresentarsi al meglio in Austria. “Non ho guidato molto a mio agio, più che per il dolore, perché non mi sono mosso bene sulla moto. Non è stata la miglior gara, ma abbiamo limitato i danni e non abbiamo perso molti punti da Fabio“. Peccato, però, perché a Silverstone il pilota Aprilia aveva le carte in regola per puntare al massimo risultato, come dimostra il secondo podio stagionale di Maverick Vinales, che a tratti ha sfiorato la vittoria.

Ma dal prossimo round bisognerà spingere con Espargarò che in classifica è messo sicuramente meglio. La sfida a Fabio Quartararo è solo rimandata al Red Bull Ring e l’inseguitore non può fare altro che mettere pressione: “Io sono qui per batterlo e lui lo sa. La Ducati è ancora forte e ci insegue. Chi può perdere il campionato è il leader, non sono io. Il messaggio è positivo, lotteremo fino alla fine”.

A guardare il bicchiere mezzo pieno per Aleix c’è un’altra buona notizia. Maverick Vinales ha riconfermato di aver trovato la giusta strada per domare l’Aprilia RS-GP e puntare a risultati importanti. Un’ascesa che potrebbe rendergli la vita più facile nello sprint finale per il trono iridato della MotoGP.