Aleix Espargarò copia Fabio Quartararo: nuovo look per la sfida iridata

Ricomincia la grande sfida della MotoGP. Aleix Espargarò proverà a mettere pressione al leader del Mondiale Fabio Quartararo.

Fabio Quartararo (Ansa)
Fabio Quartararo – Motori.News

Fabio Quartararo riparte da leader del Mondiale dopo le tre vittorie e i tre podi conquistati nella prima parte del 2022. A Silverstone inizierà in salita per il campione della Yamaha, che dovrà scontare un Long Lap Penalty dopo il contatto con Aleix Espargarò ad Assen. Una decisione, quella della Direzione Gara, che ha suscitato un vespaio di polemiche e qualche battuta sarcastica, segno di un certo malumore contro il FIM Panel della MotoGP.

21 i punti di vantaggio dal diretto inseguitore Aleix Espargarò, non abbastanza per dormire sonni tranquilli o gestire il bottino. Pecco Bagnaia dista 66 lunghezze, al momento è il secondo dei pensieri. Sconta la penalizzazione ormai passata in secondo piano per via della pausa estiva, ma sicuramente ritornerà sull’argomento il campione in carica. “Ho sfruttato la pausa estiva per rilassarmi un po’, ma ho anche dedicato molte ore ad allenarmi“, ha spiegato il 23enne Fabio Quartararo. “Il mio pensiero era sempre rivolto a ricominciare nelle migliori condizioni possibili“.

Espargarò vs Quartararo: sfida tra biondi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aleix 41 (@aleixespargaro)


La pista inglese gioca a suo favore, qui ha vinto lo scorso anno. Il Long Lap Penalty sarà trasformato in uno stimolo in più per puntare al vertice. “Sarà un po’ più difficile quest’anno perché sappiamo di dover fare quella penalità sul giro lungo. Ma se devo essere onesto, questo mi motiva di più“. La Yamaha M1 finora si è mostrata la più coerente tra le moto in griglia, dimostrando che la velocità massima non è un fattore decisivo. Senza distrazioni o errori Fabio Quartararo resta il super favorito.

L’unica preoccupazione arriva dal box Aprilia, con Aleix Espargarò che piano piano si avvicina, sbaglia poco o nulla, spinge al massimo la sua RS-GP22 che ormai conosce alla perfezione. Sarà un caso della sorte, ma entrambi durante la pausa estiva hanno rilanciato il look dai capelli biondi con cui hanno trascorso le vacanze.

La Casa di Noale ha inoltre qualche piccolo vantaggio rispetto alla rivale giapponese, dato che può portare in pista altre specifiche di motore, grazie alle concessioni del regolamento valide fino a fine Mondiale. Il costruttore veneto ha dimostrato di saper azzardare ed essere rapidamente innovativo e questo gioca sicuramente a favore di Aleix Espargarò.