Aleix Espargarò fa ‘mea culpa’: il motivo del suo errore

Finale con beffa per Aleix Espargarò in Catalunya: un errore gli nega il podio all’ultimo giro e perde 9 punti in classifica mondiale.

Aleix Espargaro (LaPresse)
Aleix Espargaro al Montmelò – Motori.News

Aleix Espargarò è passato dalla gioia del week-end alle lacrime di fine gara. Ha comandato le prove libere del GP di Catalunya, conquistato la pole position, segnato il nuovo record del circuito e fino ad un giro dal termine era saldamente al secondo posto. Al termine del 23° giro, quando ha tagliato il traguardo, ha rallentato per festeggiare il podio, accorgendosi dopo qualche istante che mancava ancora un giro alla fine.

Un errore che lo fa scivolare in quinta posizione facendogli perdere 9 punti preziosi per la classifica. Una gara perfetta per Aleix Espargarò e l’Aprilia, fino a quel momento, dopo essere riuscito a superare definitivamente la Ducati GP22 di Jorge Martin con cui aveva intessuto un bel duello. Tutto perfetto fino al grossolano errore di cui si assume ogni responsabilità: “Chiedo scusa a tutta la squadra“.

L’errore di Aleix Espargarò

Aleix Espargaro (Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

Nel post gara il maggiore dei fratelli Espargarò spiega che il posizionamento della sua pit board lo ha costretto a usare la torre di cronometraggio del circuito per valutare il numero di giri, dimenticando che il sistema del Montmelò si registra come zero, piuttosto che come uno: “Non posso che chiedere scusa, questi errori non sono ammissibili in una categoria come la MotoGP. Il mio pit board era troppo vicino all’ultima curva, era la prima, quindi non ho avuto il tempo di guardare i giri e il distacco da Martin“.

Quando ha visto la torre del cronometraggio ha letto ‘L1’: “Ho fatto un giro e poi non mi ricordavo che qui a Barcellona l’ultimo giro è il numero zero, non uno. Quindi ho chiuso il gas sul rettilineo, sono molto dispiaciuto per il mio team perché so di non aver avuto la velocità per battere Fabio“, ha aggiunto Aleix Espargarò. “Ma se voglio batterlo in campionato non posso fare questi errori perché oggi perdo nove punti“.

Il pilota di Granollers aveva forse il passo per vincere questa gara, ma è stato anche fuorviato dalle indicazioni dei tecnici Michelin e del suo staff che gli avevano suggerito di preservare le gomme nelle prime fasi di gara. Questo lo ha spinto a compiere con relativa calma i primi giri per evitare cali nel finale della sua gomma media. “Fabio non era più veloce di me, ma è stato più intelligente perché ha spinto dall’inizio“.