Aleix Espargarò, pole e record: “Mia figlia ha chiesto l’orologio”

Aprilia e Aleix Espargarò puntano alla vittoria in Catalunya: per il pilota di Granollers sarebbe il sogno di una vita.

Aleix Espargaro (Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

Aleix Espargarò conquista la pole position, firma il record del circuito e adesso sogna di vincere la gara di casa davanti al suo pubblico. Avrebbe un doppio valore per il pilota Aprilia, sia dal punto di vista del morale che della classifica. Otto i punti che lo dividono dalla testa della classifica e il circuito del Montmelò si preannuncia terreno fertile per la RS-GP e per compiere il sorpasso su Fabio Quartararo.

Porta fortuna il casco speciale dedicato all’associazione dei medici che hanno salvato sua figlia Mia alla nascita, affetta da una cardiopatia. E c’è anche lei come piccola ma grande protagonista nel paddock di Catalunya. “Sabato mi ha detto ‘Papà, devi vincere oggi”. E ho risposto che sabato non vinci, prendi la pole position e vinci l’orologio. E quando sono uscito dal camper mi ha detto “portami l’orologio”. E quando l’ho presa in braccio, mi ha detto: “Ce l’hai l’orologio?“.

Aleix Espargarò tra velocità e tattica

Aleix Espargaro (Ansa)
Aleix Espargaro – Motori.News

C’è grande serenità nel box di Aleix Espargarò che vive il suo migliore momento della sua carriera. Ha vinto in Argentina e arriva qui con quattro podi consecutivi. La partenza sarà la fase decisiva per puntare al podio: “Da quando Aprilia mi ha dato la frizione in carbonio sono migliorato molto. Inoltre, se dietro ci sarà un po’ di bagarre mi aiuterà molto, perché ho un po’ più ritmo di loro“.

Non basterà essere il più veloce su un asfalto rovente e con scarso grip come quello del circuito catalano. La carta vincente sarà la gestione delle gomme, soprattutto nelle prime fasi di gara, per puntare a dare tutto negli ultimissimi giri. “Sono abbastanza veloce per prendere il largo, ma distruggerebbe la gomma, quindi bisogna usare la testa ed essere prudente“.

I diretti rivali sono i soliti due nomi noti: Pecco Bagnaia e Fabio Quartararo. Chi dei due sarà più pericoloso nel GP del Montmelò? “Non so. Fabio ha più punti in campionato, quindi è il pilota a cui vorrei tagliare punti ma Pecco ha molta velocità“. Per Aleix Espargarò l’importante è vincere e coronare questo grande momento professionale. “Non sono né Marquez né Valentino, che purtroppo quest’anno non ci sono e che sono stati gli eroi di ogni gran premio. Ma io farò tutto il possibile per vincere“.