Aleix Espargarò tentato da Yamaha: “Dipende da Fabio Quartararo”

Il mercato piloti MotoGP entra nel vivo: Aleix Espargarò e Aprilia restano distanti, ma tutto ruota intorno a Fabio Quartararo.

Aleix Espargaro (LaPresse)
Aleix Espargaro – Motori.News

Nel week-end di Portimao non si lavora solo in pista ma anche dietro le quinte. Aprilia schiera anche il suo collaudatore Lorenzo Savadori in veste di wild card, per testare alcune novità come l’abbassatore posteriore. Ma Aleix Espargaró, vincitore del GP di Termas, ha acceso il radar per sondare il terreno circostante in vista del suo futuro contrattuale.

I primi dialoghi con Aprilia non sono andati a buon fine ed entrambe le parti hanno rinviato il tavolo delle discussioni. La priorità per il pilota di Granollers è chiudere la carriera in MotoGP con la Casa di Noale, ma non è detto che i colloqui vadano a buon fine. Nell’altra parte del box c’è il 27enne Maverick Vinales in forte crescita e che rappresenta un punto di riferimento per il futuro, considerata anche l’età più giovane rispetto al connazionale.

Aleix Espargarò e Aprilia tira e molla

Aleix Espargaro (LaPresse)
Aleix Espargaro – Motori.News

Il mercato piloti della MotoGP resta in attesa della decisione di Fabio Quartararo. Tutto dipenderà dal campione in carica della Yamaha, deluso dalla nuova YZR-M1 2022, ma consapevole che cambiare livrea potrebbe essere un rischio irreversibile. “Sarei felice di continuare dove sono, ma per ora non ci sono novità, non c’è niente… dovrò fare ancora un po’ meglio“. Aleix Espargarò chiede un aumento di ingaggio dopo aver regalato il primo podio, la prima pole e la prima vittoria al costruttore veneto.

Inizia un lungo tira e molla che dovrà trovare un capolinea entro il prossimo mese. Il maggiore dei fratelli di Granollers non nasconde di aver tenuto dei colloqui con Yamaha, interessata anche alle sue ottime doti di collaudatore. “Vorrei fare giusto altri due anni e chiudere con Aprilia. Ma siccome non ho ancora nulla da loro, beh, devo muovermi sul mercato. Il primo a fare una mossa è Quartararo. Poi si muoveranno gli altri pezzi del puzzle“.

Questa è la sesta stagione in sella alla RS-GP per Aleix Espargarò e la soluzione migliore sarebbe chiudere qui la sua carriera di pilota MotoGP: “I primi colloqui con il mio manager sono stati molto deludenti. Mi sento molto triste perché siamo molto distanti”, ha concluso il pilota spagnolo. “Ma c’è ancora tempo. Spero che apprezzino il mio lavoro svolto in questi anni“.