Ambulanza, se non la fai passare SUBITO sono affari tuoi: ti tolgono tutto

Spesso, quando si è per strada, ci si trova dietro l’auto, l’ambulanza con le sirene spiegate. Tutti noi abbiamo una reazione, entriamo nel panico e nella confusione, non sappiamo proprio cosa e come fare.

Multa ostacoli ambulanza
Multa ostacoli ambulanza – Motori.News

In realtà non c’è scelta, a indicare il comportamento corretto ci pensa il codice della strada.

La corretta abitudine è accostare e farla passare, perché sta svolgendo il suo compito delicato ed importante ovvero cercare di salvare delle persone sofferenti portandole in ospedale in emergenza.

Ecco cosa bisogna fare quando si ha dietro l’ambulanza

Purtroppo però ci sono persone che non accostano e che piuttosto scelgono di accelerare aprendo la strada al mezzo di soccorso, per non perdere tempo. I trasgressori sono facilmente punibili, lo dice il codice della strada. Per legge chiunque si trovi in giro su strada, ha l’obbligo di fare spazio agli autoveicoli adibiti all’antincendio, alla protezione civile, ai servizi di polizia e ambulanze se questi usano il dispositivo acustico e quello di segnalazione visiva ovvero la luce lampeggiante. Tutti questi mezzi, hanno diritto a passare, quindi hanno precedenza ovunque si trovino, sia sulla strade normali che agli incroci.

Automobilisti, ciclisti, motociclisti, hanno l’obbligo di fermarsi dove possibile, senza recare danni alla circolazione o rischiare di causare incidenti. Non farlo è in primis una mancanza di civiltà estrema, in secondo luogo indica una forte mancanza di rispetto nei confronti di chi ha bisogno in quel momento e infine anche un reato che può essere punito dalla legge.

ambulanza-Motori.news

Cosa dice la legge e cosa rischia chi non dà la precedenza all’ambulanza

La legge infatti delibera che chi non fa passare l’ambulanza con le sirene e le luci lampeggianti accese, rischia di prendere una multa che va da €87 a €345. Addirittura ci sono alcuni casi in particolare, ovvero i più gravi che causano importanti conseguenze, che possono portare anche ad un anno di reclusione. Ostacolare il pubblico servizio dell’ambulanza, fa scattare l’iscrizione dell’utente nel registro degli indagati.

In questo caso si è infatti indagati per le lesioni colpose, per aver causato il rallentamento di un mezzo di emergenza. Bisogna pensare che un ritardo può anche causare la morte del malato che l’ambulanza sta trasportando, magari a seguito di un incidente.

Il soccorso è un servizio fondamentale che non va ostacolato, anzi tutto il contrario, va supportato e aiuto. Tanto è vero che agli incroci regolati gli agenti presenti devono concedere il via libera all’ambulanza, in qualsiasi condizione di traffico, cercando di sgomberare più possibile l’incrocio, lasciando libero il passaggio.