Arriva la mazzata, automobilisti nel panico: dal 2 gennaio cambia tutto | Multe quadruplicate

Quest’anno per gli automobilisti italiani, e non solo, è stato particolarmente difficile perché è successo di tutto: aumento dei costi di benzina e diesel, che hanno costretto i più a lasciare l’auto a casa per spostarsi con i mezzi pubblici, aumento dei costi in bolletta e molto altro ancora.

multe quadriplicate
Multe quadriplicate – motori.news

Purtroppo per gli automobilisti non è finita qui, perché oltre che la stangata delle bollette e quella del carburante ci sarà anche quella delle multe.

Il 2023 quindi inizierà veramente con il botto per tutte le famiglie italiane in difficoltà che ancora una volta potranno trovarsi con le spalle al muro.

Le famiglie sono alle strette, da Gennaio tutto cambierà per gli automobilisti

Per qualsiasi nazione questo non è un bel periodo, qualunque famiglia è alle strette. Quel che è certo è che non si può vivere in queste condizioni. Nonostante nell’aria ci sia questa consapevolezza già da tempo, il peggio deve ancora arrivare.

Il nuovo anno sarà interessato da diversi aumenti, tra cui quello delle multe, per cui se fino ad ora si è fatta molta attenzione in giro per le strade, da gennaio 2023 bisognerà veramente andare in punta di piedi.

L’incremento per le sanzioni previste dal codice della strada, sarà importante. Per calcolarlo si fa riferimento all’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

L’aumento sarà automatico, la crescita sarà del 9,8%. Per poter spiegare il tutto meglio e in maniera abbastanza semplice si possono proporre i seguenti esempi.

Automobilisti obbligati a farlo
Automobilisti obbligati a farlo – Motori.News

Quali sono gli aumenti che gli automobilisti dovranno fronteggiare

La multa per il divieto di sosta, subirà un aumento di €4, mentre chi usa il cellulare alla guida pagherà €20 in più nel caso in cui dovesse essere beccato dalle forze dell’ordine. Le pene saranno più importanti per coloro che non rispetteranno la zona a traffico limitato, che dovranno pagare una multa aumentata di €100.

L’associazione sostenitori amici della Polizia Stradale è sceso in piazza, chiedendo fine agli aumenti perché nessuno oggi può sostenere queste spese. In particolare si è esposto Giordano Biserni ovvero il Presidente dell’Associazione, che ha dichiarato che tutti quanti gli automobilisti hanno l’obbligo di rispettare le leggi, per sicurezza propria e altrui.

Togliendo il fatto che il codice della strada va sempre rispettato, con l’aumento di prezzi delle bollette, dei beni principali a causa della guerra in Ucraina, della fine della pandemia che ha dettato il post emergenza covid, non si sarebbe nemmeno dovuta prendere in considerazione l’idea di aumentare il costo delle multe.

Ovviamente nessun automobilista, pagherà le multe aumentate perché nessuno ha la possibilità di sostenere queste spese, in più.