Photo Credits | Richard Hartley/Pixabay

Assicurare la sicurezza a tutti i cittadini. Il Codice della strada, con le sue recenti modifiche, ha rafforzato questa tesi condivisa da tutti. Già, quella sicurezza che può essere ancora più alta grazie all’ausilio di un dispositivo che, presto, sarà in dotazione a ben 328 polizie locali di tutta Italia.

Si chiama Trucam il nuovo aggeggio tecnologico che renderà la vita difficile a tutti quei guidatori che non rispettano le norme del Codice della strada. La particolarità di questo dispositivo risiede nella sua precisione, abile a rilevare infrazione a molti metri di distanza. Il tutto è reso possibile grazie ad una piccola telecamera, capace di filmare quanto avviene nel veicolo in questione. Le immagini, successivamente, verranno visionate dalle forze dell’ordine su un monitor. Dunque, se un conducente guidasse l’auto con cellulare in mano, o senza cintura allacciata, con Trucam rischierebbe di essere “scoperto” immediatamente. L’unico quesito è riconducibile alla privacy che, con questa apparecchiatura, sarebbe violata. In virtù delle immagini che riprendono cosa avviene all’interno dei mezzi. Ma su questo argomento cercheremo di approfondire.

Per quanto concerne i dettagli tecnici, Trucam è in grado di filmare i veicoli sulle strade, in condizioni ottimali, anche a un chilometro e 200 metri di distanza. E se qualcuno volesse fare ricorso? Le speranze di avere ragione sono ridotte al minimo. Le immagini, che non possono essere modificate, vengono salvate in un hard disk, rendendo quasi vano qualsiasi contestazione dei conducenti.

Attualmente, Trucam è sotto osservazione della polizia stradale, che sta sperimentando il dispositivo sulle maggiori strade italiane.Tuttavia, presto potrà entrare in funzione anche in molte città e, per i cosiddetti “furbetti”, sarà veramente difficile dimostrare il contrario.

Photo Credits | Richard Hartley/Pixabay (foto di repertorio)