Attenzione alla targa, se è fatta così ti becchi €3500 di multa: controlla subito

La targa è una delle componenti fondamentali di qualunque veicolo, perché consente di riconoscere il mezzo, di effettuare eventuali ricerche, di capire se è in regola oppure no.

Attenzione alla targa
Attenzione alla targa – Motori.news

Le leggi che hanno a che fare con le auto, cambiano di giorno in giorno, in particolare le norme che riguardano le targhe straniere di persone che hanno residenza in Italia subiscono continue modifiche.

La legge europea che è stata modificata il 21 dicembre 2021 fa riferimento all’articolo 93 ed ha esteso il periodo di residenza necessario per la modifica della targa straniera. Ecco cosa è cambiato.

Targa italiana o straniera, ecco cosa cambia e cosa bisogna fare per essere in regola

Secondo la nuova legge, si hanno tre mesi di tempo per immatricolare il veicolo con la targa italiana. Ovviamente non si tratta soltanto delle auto ma anche di tutti gli altri mezzi, quindi motoveicoli e rimorchi che sono stati immatricolati all’estero e guidati da residenti in Italia.

Molti furbetti, per evitare le spese di iscrizione al PRA, per non pagare il bollo di proprietà oltre che l’assicurazione, circolano con la targa estera sperando di farla franca. Un tempo ci riuscivano tranquillamente.

Oggi, essendo che a causa della crisi, lo fanno in molti, anzi in troppi, anche con le auto di lusso oppure con le auto a noleggio, difficilmente si riesce a nascondersi. Il fenomeno si espande sempre di più di anno in anno, per cui aumentano anche i controlli.

targa auto
Targa- motori.news

Piovono multe, ecco di che cifre si tratta

Soprattutto nel corso degli ultimi anni hanno cominciato a fioccare multe su multe per provare a porre freno ad una situazione fuori controllo. Adesso, ci si augura che i trasgressori capiscano la lezione e che accettino il fatto che essere in regola paga sempre.

Coloro che non regolarizzano la targa dell’auto, della moto o del rimorchio e quindi non immatricolano il veicolo con targa italiana nei tempi stabiliti, ovvero entro tre mesi, rischiano di dover pagare multe che vanno da 712 a €3558.

I veicoli immatricolati all’estero, nascosti al fisco per non pagare multe e spese di assicurazione, oggi hanno vita breve. Chi non ha il veicolo in regola deve correre a farlo  per non dover pagare multe di somme elevate a seguito di controlli.