L’Audi A1 è la compatta premium della Casa degli Anelli in commercio dalla fine del 2018 solamente con motori a benzina. L’auto, giunta alla seconda generazione, ha fatto un vero e proprio salto di qualità rispetto al modello precedente. Tanta la tecnologia a bordo e molto maggiori rispetto a prima lo spazio per i passeggeri e per i bagagli. L’Audi A1 è una delle rare vetture del segmento B di fascia alta. Motori.news ha avuto il piacere di provare la versione 30 TFSI dotata di cambio manuale in allestimento S line. L’auto ci è stata gentilmente fornita dalla concessionaria Frav srl di Altavilla Vicentina (VI).

LINEA E DIMENSIONI

Confrontandola con il precedente modello, la nuova Audi A1 appare più muscolosa ed imponente rispetto a prima. Tra parentesi indicheremo quanto è cresciuta la A1 di seconda generazione. La sportività del modello è accentuata nella versione di punta S line dotata di pacchetto aerodinamico creato appositamente. La griglia single frame anteriore è messa in risalto da un baffo nella parte inferiore che ai lati viene impreziosito da inserti decorati con trama a nido d’ape. Sopra la griglia Audi ha voluto celebrare e ricordare la sportiva Audi Sport Quattro degli anni ’80 con tre piccole feritoie appena sotto al cofano motore. L’aspetto grintoso della vettura è sottolineato anche dai fari Full LED (di cui era dotata l’auto in prova) sia anteriori che posteriori. Posteriormente ci è piaciuta la linea più squadrata del nuovo modello. Il lunotto ora è meno inclinato: questa scelta ha permesso un miglioramento della visibilità ed un incremento dello spazio destinato ai bagagli. Per le valigie, la nuova Audi A1 può vantare ben 335 litri di spazio (+ 65 litri). Un’enormità rispetto a prima ed una comodità che permette di affrontare anche viaggi con la famiglia. La lunghezza dell’auto è ora di 403 cm (+ 6 cm) con un passo di 256 cm (+ 9,5 cm). Lo spazio a bordo è ottimo per quattro persone, sufficiente quando si viaggia in cinque. Comodo l’accesso al divano posteriore grazie alla presenza delle cinque porte. La capacità del serbatoio è di 40 litri. La massa della nuova Audi A1 30 TFSI è di 1.180 kg.

Audi A1
Bagagliaio

PRESTAZIONI E CONSUMI

La scritta sul retro della nostra Audi A1 30 TFSI può trarre in inganno. Molti ci chiedono se si tratta di una vettura da 3,0 litri di cilindrata. Niente di tutto ciò, la sigla 30 TFSI sta a d indicare la nuova denominazione delle vetture da parte di Audi. Ad ogni cifra corrispondono dei range di potenza entro i quali si trova il modello. Nel caso 30 vuol dire che l’auto ha una potenza compresa tra i 71 ed i 100 kW. L’Audi A1 30 TFSI adotta un piccolo tricilindrico turbo da 1.000 centimetri cubici. La potenza del propulsore è di 116 CV con una coppia massima di 200 Nm a 2.000 giri/min. Il contenuto rapporto peso/potenza dell’auto la rende davvero divertente da guidare. Ben ancorata a terra, questa Audi A1 presenta un ottimo e preciso inserimento in curva. La stabilità è davvero eccellente anche cercando di portare al limite la vettura. Il tutto è favorito anche dalle gomme di dimensioni generose (215/45 R17) e dal giusto intervento del controllo di stabilità (disinseribile).

Molto buone sia velocità che accelerazione. L’Audi A1 30 TFSI raggiunge una punta massima di 203 km/h con uno scatto da 0 a 100 in 9,5 secondi. La frenata è nella norma, con un pedale del freno reattivo e ben dosabile. L’unica piccola pecca di questo motore è una zona un po’ vuota tra i 1.000 ed i 1.500 giri. In questa zona spesso il motore richiede di scalare marcia. Molta più reattività c’è poi dai 1.600 giri in su quando si inizia ad entrare in regime di coppia massima. Parlando dei consumi siamo rimasti sbalorditi da questo 1.0 da 116 CV. L’auto vanta percorrenze che solitamente si hanno per vetture di pari dimensioni ma con una novantina di CV. In extraurbano, in sesta marcia ad andatura compresa tra 80 e 90 km/h si superano i 20 km/litro. Mediamente questa Audi A1 percorre 15-16 km/litro. Il cambio manuale a 6 rapporti si è dimostrato preciso negli innesti e con una leva facile da manovrare.

Audi A1

COMFORT ED OPTIONAL

La nuova Audi A1 non costa poco. La cifra da sborsare è più alta rispetto alle auto di pari categoria. Il motivo è dovuto al fatto che comunque quest’auto presenta contenuti tecnologici e sistemi di sicurezza ben al di sopra della concorrenza. Inoltre i materiali utilizzati e la cura di ogni particolare la rendono una vera e propria auto premium. Due sono gli aspetti che ci hanno impressionato in maniera positiva per quanto riguarda la qualità. Le portiere posteriori della vettura sono solide. In fase di chiusura non si avvertono la  minima vibrazione o quel fastidioso rumore di lamierino che indica la poca solidità dei materiali utilizzati. Altro dettaglio che rende eccellente questa vettura è la maniacale distanza con la quale sono posizionate le lamiere, segno di una qualità costruttiva di alto livello. Parliamo ora di prezzo vero e proprio. L’Audi A1 30 TFSI manuale in allestimento S line costa 26.450 €. Un prezzo ben più alto di certe vetture del segmento C. A questa cifra è quasi doveroso aggiungere il Mirror Pack per avere fanali Full LED ed illuminazione interna con la stessa tecnologia. Altri 240 €, ben spesi per la sicurezza, con il pacchetto Audi Pre Sense Basic e 360 € per i sedili anteriori riscaldati. Poi nella vettura in prova c’erano l’Hill Hold, i sensori parcheggio anteriori ed il Virtual Cockpit evoluto. Il prezzo finale supera così quota 29.000 €.

Audi A1

Cifra elevata ma sicuramente ben spesa visti comunque gli elevati standard già presenti di serie. Compresi nel prezzo ci sono clima automatico bi-zona, radio MMI plus con MMI touch response da 10 “, cerchi in lega da 17”, pacchetto estetico S line con spoiler e minigonne e  specchietti retrovisivi esterni regolabili elettricamente e riscaldabili. Poi ancora senza sovrapprezzo abbiamo il volante multifunzione in pelle, sensori pioggia e luci e vetri elettrici anteriori e posteriori. Per la sicurezza gli ADAS ed i dispositivi di serie sono: Audi pre sense front, chiamata di emergenza, assistenza al mantenimento di corsia, ESP, airbag anteriori e laterali e controllo trazione. La lista degli optional potrebbe comunque continuare molto attingendo ad una lista infinita che può rendere la piccola della Casa tedesca unica, ma anche decisamente esosa. Piccola mancanza, su quest’Audi A1 manca la bocchetta dell’aria posteriore. Nulla di trascendentale visto l’ottimo funzionamento del sistema di climatizzazione automatica, potente e efficiente. Il posto di guida è comodo, spazioso con strumentazione facilmente alla portata. Insomma quest’Audi A1 si è rivelata davvero un’ottima vettura. Ce ne siamo accorti da quanti per strada si giravano a guardarla. Altra nota di pregio è l’ottima insonorizzazione del’abitacolo. Per chi vuole risparmiare qualcosa è disponibile comunque a listino la versione da 95 CV.

PREGI

Auto molto curata, rifinita in maniera eccellente e con contenuti da vettura premium

Consumi ridotti

Prestazioni e tenuta di strada di alto livello

DIFETTI

Motore un po’ fiacco sotto i 1.500 giri/min

Manca la bocchetta dell’aria per i sedili posteriori

Prezzo piuttosto elevato