Autovelox nascosti e auto civetta, un mare di multe: stai attento quando passi da qui

Autovelox e auto civetta nascosti in giro per le strade per fotografare chi non rispetta la legge e corre troppo. Questo è ciò che sta avvenendo in Svizzera dove la Polizia Cantonale ha ottenuto 900 rilevatori di velocità pronti a giudicare gli automobilisti che non rispettano i limiti di velocità imposti.

Autovelox nascosto
Autovelox nascosto – Motori.News

In Svizzera chi commette l’errore di non rispettare i limiti di velocità, sta commettendo un reato veramente grave, seguito da conseguenze micidiali. 

A farne le spese sono gli automobilisti di passaggio, tutti coloro che lavorano in Svizzera e che sono abituati a frenare a un passo dagli autovelox in Italia, per evitare di beccare la multa. In Svizzera è difficile farlo perché spesso gli autovelox sono nascosti e quindi non sono segnalati.

Le multe elevate dal 2014 ad oggi sono 4 milioni e sono anche in crescita

Oltre 4 milioni di multe sono state elevate dal 2014 ad oggi, probabilmente nel corso dei prossimi mesi aumenteranno sostanzialmente proprio perché la Polizia adesso ha la disponibilità di alcuni rilevatori a cui non sfugge nulla. Il Touring Club Svizzero ha messo in guardia gli automobilisti sul fatto che per le strade svizzere, sono presenti rilevatori di velocità che beccano tutte le auto che superano i 120 km orari e non si vedono nemmeno.

Le regole sono regole, per questo bisogna rispettarle a prescindere dalla presenza o meno di rilevatori di velocità di qualunque genere. Soprattutto gli automobilisti svizzeri sanno quanto costa prendere una patente. Ci vogliono 3 anni e €3300, perderla in un solo minuto per un errore minimo, è facile.

autovelox-Motori.news

Dove sono piazzati gli autovelox nelle strade svizzere

In Svizzera al momento sono presenti rilevatori di velocità in ogni dove, addirittura ci possono essere radar della polizia nascosti nel cestino della spazzatura o su un albero. Alcuni hanno la forma di un panettone, altri sono posizionati dietro le finestre ben camuffati e difficili da notare. In particolare questi sono presenti nel Cantone Ticino, tanto frequentato dai turisti italiani che vanno a trovare gli amici o i parenti.

Ci sono radar dappertutto, le postazioni mobili sono occultate praticamente in qualunque modo. Sono 900 dispositivi assegnati alla Polizia, che può piazzarli dove vuole e come vuole. A questi 900 si sono accostati i 4 laser, i 5 apparecchi fissi e i due rilevatori a onde con ben 13 auto civetta che monitorano la velocità e fotografano tutti i trasgressori.

La Polizia Cantonale è riuscita ad accordarsi con i residenti per collocare dispositivi dietro le finestre o nei giardini. Mentre una multa in Italia può essere annullata se il radar non è segnalato entro alcuni km, in Svizzera questo è legale per cui non è possibile fare ricorso.