Batteria auto, con questo trucchetto non si scaricherà mai più: da provare subito

La batteria auto è la prima grande problematica di tutte le automobili, finché funziona ci salva la vita. Quando smette di farlo per un motivo o per l’altro crea non pochi disagi, per esempio ci lascia a piedi ovunque ci troviamo. 

Batteria auto
Batteria auto – Motori.news

Così molte volte ci si ritrova in situazioni difficili dalle quali non si sa proprio come venir fuori.

Una volta rimasti a piedi, non resta che chiamare un amico o un parente e chiedere aiuto, oppure contattare un elettrauto che si trova nelle vicinanze, nella speranza di risolvere il problema seppur pagando importanti somme.

Perché all’improvviso la batteria dell’auto smette di funzionare

Le batterie accumulano l’energia elettrica, sono formate da due elettrodi positivo e negativo, questi sono immersi dentro una sostanza elettrolita. Piano piano nel tempo l’energia accumulata viene rilasciata come corrente continua e permette l’avviamento del motore.

In questo modo l’impianto elettrico rimane acceso fin quando l’auto è in funzione. A volte le batterie smettono di funzionare, le opzioni sono due, o sono scariche o sono arrivate alla fine della loro vita.

Se sono scariche, si possono ricaricare, se sono arrivate alla fine purtroppo bisogna sostituirle, perché il liquido si abbassa sotto il livello che consente il funzionamento, per cui si scatena il processo di ossidazione, i conduttori si consumano per una concentrazione di acido maggiore rispetto al dovuto.

In questo caso non c’è nulla da fare se non mettere la mano al portafogli e acquistare una batteria adatta nuova che se non altro dà la garanzia di non rimanere a piedi per parecchio tempo.

Batteria auto
Batteria- Motori.news

Come risolvere il problema se la batteria dovesse essere scarica

Se la batteria è semplicemente scarica invece serve una scossa elettrica proveniente da una fonte esterna ed ecco risolto il problema a gratis.

Ecco cosa fare: collegare i cavetti della batteria di un’altra auto messa in moto per far sì che l’auto ferma assorba il minimo di carica che serve per avviare il motore, per spostarsi. Subito dopo ci si può rivolgere ad un elettrauto magari di fiducia, del proprio paese, per effettuare tutti i controlli del caso.

Il cavetto rosso va collegato con i morsetti positivi, il cavetto nero con i poli negativi. Poi si accelera, si attendono circa 10 minuti. Una volta fatto si può ripartire, servono 10 minuti per fare in modo che la batteria sia carica a sufficienza per non rimanere di nuovo a piedi in mezzo alla strada.

Alcune volte può essere difficile trovare qualcuno che possa aiutare e che abbia i cavetti a disposizione. Ecco perché è consigliato acquistare l’avviatore con il caricabatterie da 10 volt che permette di ricaricare l’auto in pochi secondi e avviarla.

Funziona sia che l’auto sia a diesel che a benzina. Può essere utilizzato non soltanto per le auto, ma anche per i camion, per i camper, per la barca, per le moto, per i trattori. Costa poco e consente di risparmiare tanti soldi in più situazioni.