‘Benzina gratis’, il trucchetto infallibile per non spendere neanche un euro: incredibile

Incredibile un distributore eroga benzina gratis, non sì spende neanche un euro, una storia accaduta nel salernitano, in questi giorni.

benzina gratis
con questo trucchetto non spendi 1euro di benzina – Motori.news

I prezzi del carburante come ormai sappiamo sono alle stelle, con solo ora una piccola discesa. Il taglio delle accise ha riportato sotto i due euro a litro, la benzina e il gasolio, i due carburanti più usati dagli automobilisti. Ci sono però dei distributori, che erogano carburante gratis. Cioè senza spendere neanche un euro, ma come è possibile? Questa storia è accaduta in una stazione di servizio di Salerno, e non è accaduta per volere del gestore, scopriamo questa incredibile storia.

Il fatto accaduto alla stazione di servizio di Salerno

Una stazione di servizio che si trova ad Eboli, in provincia di Salerno, ha visto le sue pompe di rifornimento andare in tilt. La pompa in pratica, erogava senza che nessuno inserisse i soldi, nell’apposita colonnina. Inutile dire, che dopo il primo cliente, che sì è trovato questa situazione del tutto inaspettata, ha sparso la voce. La stazione in poco tempo è stata presa d’assalto da tutti, con le persone che arrivavano munite anche di taniche, per caricare il più possibile, il carburante che gli serviva.

Auto in rifornimento
Il distributore era andato in tilt, così le persone lo hanno preso di mira – motori.news

L’indomani dopo l’accaduto, il gestore della stazione di servizio, sì è ritrovato le pompe di carburante, completamente prosciugate, senza un soldo dentro la colonnina dei pagamenti. Questo fatto è stato riportato dal quotidiano, La Città di Salerno, che ha stimato anche i danni subiti dal povero malcapitato. Le perdite per il proprietario dovrebbero aggirarsi sui 20mila euro, quindi parliamo di cifre davvero importanti. La denuncia è partita subito, perché questo è un comportamento scorretto, e perseguibile per legge.

Le forze dell’ordine sì sono messe subito a lavoro

Le forze dell’ordine sì sono subito attivate, iniziando sin da subito le indagini. Gli agenti hanno iniziato la ricerca, guardando tutte le immagini riprese dalla telecamera di videosorveglianza, della stazione di rifornimento. Le persone, che hanno preso d’assalto le pompe di benzina, ora rischiano molto. La loro fuga è molto difficile, visto che tutti erano a viso scoperto, ma soprattutto chi era in auto, non ha coperto la targa. Questo dimostra quando la situazione sia stata ai limiti della follia, ed ora i furbi pagheranno le conseguenze delle loro azioni.

Carabinieri la stazione
Le forze dell’ordine sì sono subito attivate, alla ricerca di questi furbetti – motori.news

Questo comportamento è identico a quello di scappare dopo aver fatto benzina, quando ci sono i gestori della stazione di rifornimento. La multa va da un minimo di 927 euro, ad un massimo di 1.500 euro. Attenzione, perché la sanzione amministrativa è il minimo, questo reato è penale, tanto che sì rischia una reclusione che va dai 2 ai 6 anni.  Un comportamento quello di queste persone, davvero irrispettoso e maleducato. La giusta cosa da fare era quella, di chiamare subito il proprietario, e avvisarlo che c’era un problema con le sue pompe. La situazione però, è stata tutt’altra.