Benzinaio ti sta truffando: attenzione a questo segnale quando metti benzina “Ti rubano un sacco di soldi”

Oltre al rincaro generale dei carburanti, dobbiamo stare attenti che il benzinaio non abbia manomesso la pompa. Vi spieghiamo come fanno.

Benzinaio
Benzinaio, occhio alla truffa – Motori.News

Attenzione alle truffe quando vi rifornite al distributore di benzina – Motori.newsI prezzi dei carburanti sono saliti alle stelle e se prima bastavano 10 euro per poter vedere salire un po’ l’indicatore della benzina, oggi ne servono almeno il doppio. Ma c’è un altro fatto a cui dovete prestare molta attenzione, anche il benzinaio dove vi rifornite potrebbe fregarvi sulla quantità di benzina erogata.

E se credete che è un evento raro, vi sbagliate. Un’ispezione della Guarda di Finanza, che ha controllato 905 distributori per verificarne la corretta erogazione, ben 200 sono stati trovati manomessi.

Quasi del 20% delle pompe risulta non in regola, quindi non è poi cosi difficile possa capitare anche a noi. Abbiamo parlato con un gestore di un benzinaio, che vuol restare anonimo, che ci ha spiegato quali sono i trucchetti che molti utilizzano.

Ecco i trucchi che alcuni gestori utilizzano per erogare meno benzina.

La situazione attuale che vede rincari in ogni settore energetico, ha messo in crisi tutti quanti compresi i gestori delle pompe di benzina. Ed ecco allora che si cerca il modo per guadagnare il più possibile, anche se questo va a discapito di qualcun altro, ovvero gli automobilisti.

Il nostro Gestore di fiducia ci ha spiegato che ci sono vari modi per poterlo fare, ma fondamentalmente sono 4 i metodi per fare la cresta ed ora ve li spieghiamo nel dettaglio.

Guardia di finanza controllo distributore
La guardia di Finanza effettua un controllo al distributore sulla benzina erogata – Motori.news

-Metodo 1

E’ forse anche il metodo più classico che si conosca, la manomissione del distributore. Il gestore della pompa, in combutta con il tecnico della manutenzione, abbasseranno la percentuale di benzina erogata per ogni litro, ed il gioco è fatto. Voi siate convinti di avere rifornito la macchina di 10 litri, ma il realtà ne sono stati erogati solo 9,6 litri lasciando 0,4 litri nel distributore. Considerate su 10000 litri erogati allora, ben 4000 litri resteranno al benzinaio, che con il costo della benzina di oggi guadagnerà 8000€ a vostre spese.

-Metoto 2

In questo caso sono i dipendenti della pompa ad effettuare questo trucchetto. Nelle ore di punta dove si crea la fila al distributore, bisogna prestare particolarmente attenzione a chi vi rifornisce. Il metodo che utilizzano è semplice quando voi non guardate, il dipendente della pompa non azzera il contatore partendo dalla precedente erogazione.

Truffe distributore benzina

Credete di aver messo 40€ ma in realtà l’erogazione è partita quando segnava già 10€. Ed ecco che il dipendente birichino, si è intascato a fine giornata, un paio di cento euro con questo trucchetto.

-Metodo 3

Ormai è il sistema meno usato data la sua facilità ad essere scoperto, ossia allungare la benzina con una percentuale di olio esausto. Il problema di questa tecnica è che, inevitabilmente, molti automobilisti rompevano i motori delle loro macchine. E faceva scattare i controlli degli organi di controllo, che smascheravano il trucchetto.

Controllo della pompa dalla GDF
Controllo della pompa da parte della Guardia di Finanza – Motori.news

-Metodo 4

Infine abbiamo l‘acquisto in nero del carburante. Il trasportatore, in collaborazione con qualche altro dipendente disonesto, rubano la benzina modificando i registri di carico e scarico. La benzina rubata viene alla fine venduta al gestore, ad 1/3 del prezzo con un guadagno, per il gestore, che può superare i 40 mila euro esentasse!

Massima attenzione la prossima volta che andate a rifornirvi di carburante, le difficoltà economiche che stiamo passando, inducono l’uomo a cercare ogni modo per guadagnare il più possibile. Anche se questo va a discapito di persone oneste.