Bollo auto frazionato: sì, in questi casi è possibile pagarlo a rate | Pochi automobilisti lo sanno

Bollo auto frazionato: ecco tutti i casi in cui si può effettuare un pagamento quadrimestrale suddiviso in un arco di tempo di 12 mesi

Bollo auto frazionato
Bollo auto frazionato – Motori.News

Bollo auto frazionato: ecco i casi di pagamento frazionato

E’ assolutamente certo e assodato che la tassa più iniqua e indigesta agli italiani sia il pagamento del bollo dell’automobile. Sono anni che anche ai massimi livelli della politica si discute se togliere questa odiata gabella. Durante il periodo del Covid-19, visto lo stato di estrema difficoltà economica in cui hanno vissuto milioni di italiani, in molti hanno chiesto la sospensione o la definitiva cancellazione del bollo auto.

Qualche piccolo passo in avanti per aiutare le persone in difficoltà è stato fatto. ma questa tassa regionale serve per rimpinguare le casse degli enti locali e, quindi, di toglierla al momento non c’è nessuna volontà.

Bollo Auto - motori.news
Bollo Auto – motori.news

Per quanto concerne i passi che sono stati fatti per venire incontro alle esigenze dei cittadini italiani va annoverata la possibilità di una suddivisione dell’importo da versare tramite un pagamento a cadenza trimestrale o quadrimestrale (per richiedere tutte le informazioni precise e sapere se la vostra regione di pertinenza permette il pagamento rateizzato bisogna rivolgersi al più vicino punto Aci). In questo modo chi non è in grado di versare subito tutto l’importo che gli viene richiesto può ammortizzare questa spesa nel corso dell’anno.

Fondamentale però è sempre ricordarsi di ciascuna scadenza. Perché nel caso di ritardi nel pagamento le sanzioni sono sempre dietro l’angolo e non si concedono deroghe. Quindi anche qualora si dovesse procedere a questa sorta di rateizzazione bisogna rispettare il momento del pagamento.

La norma attualmente in vigore concede comunque, a chi non ha pagato il bollo entro la scadenza prevista, di effettuare il pagamento entro 30 giorni dalla scadenza senza per questo incorrere in sanzioni. Se per esempio il pagamento del bollo sia scaduto il 31 marzo del 2022, è possibile mettersi in regola e versare la somma prevista entro il 31 aprile 2002 senza bisogno di pagare una multa.

Ecco i casi in cui si deve pagare la sanzione per il mancato pagamento del bollo

Fiat Cinquecento – motori.news

Detto della possibilità di effettuare il pagamento del bollo auto nell’arco dei 12 mesi per quasi tutte le regioni, è doveroso ricordare a quali sanzioni si rischia di andare incontro nel momento in cui dovessimo dimenticarci o trovarci nell’impossibilità di far fronte a questa imposta.

Al mancato bollo dell’automobile viene applicata una sanzione dello 0,1% per ogni giorno di ritardo, con pagamento entro 14 giorni dalla scadenza, fino a un massimo del 30% di sanzione più lo 0,5% di interessi per ogni semestre di ritardo, se il pagamento avviene fra 1 e 3 anni dalla scadenza.

Ricordiamo però che se non dovessimo pagare il bollo per tre anni consecutivi, potremmo incorrere nell’articolo 96 del Codice della Strada, che prevede la cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), con conseguente ritiro della carta di circolazione e della targa dell’automobile.