Per uscire dalla crisi causata dal Coronavirus, allo studio del governo c’è un bonus da 200 € per incentivare la mobilità cittadina a zero emissioni nelle grandi città. Per aumentare il distanziamento sociale, alla riapertura delle attività che partirà dal 4 maggio prossimo, i mezzi pubblici potranno viaggiare con una capienza altamente ridotta (sino a due terzi in meno del normale). Sappiamo bene quanto, soprattutto negli orari di punta, tram, bus e metro siano affollate dai pendolari.

Per cercare di andare in contro ai contribuenti il governo sta pensando ad incentivare l’acquisto di forme di mobilità alternativa. Ecco le parole del ministro dellle Infrastrutture Paola De Micheli.

“Con il decreto legge di prossima adozione – al fine di evitare un incremento non sostenibile del traffico privato e dei relativi problemi di congestione e inquinamento e per decongestionare l’affluenza al trasporto pubblico – ho proposto, d’intesa con il ministro Costa, la promozione di forme di mobilità alternativa, la diffusione della micromobilità elettrica e l’utilizzo di mezzi di trasporto innovativi e sostenibili.

È allo studio il riconoscimento di un buono mobilità alternativa. Questo sarà attivato per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 60mila abitanti, pari ad euro 200 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard e monopattini, ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale.

Con la Fase 2 si metteranno in movimento circa 3 milioni di persone sull’intero territorio nazionale. Molte delle quali utilizzeranno mezzi pubblici. Occorre quindi che sia le aziende dei trasporti che l’utenza si attengano all’osservanza di misure necessarie a garantire un regolare svolgimento di questa seconda fase, al fine di ulteriormente contenere il diffondersi del contagio”.

Askoll azienda vicentina leader nella mobilità elettrica urbana a due ruote, presenta una gamma di prodotti che potrebbero beneficiare di questo bonus. Ancora non è chiaro se gli scooter elettrici rientreranno nella categoria di mezzi acquistabili con questo aiuto statale. Di certo ci saranno le biciclette elettriche.

Askoll produce sia gli uni che gli altri. La gamma di scooter elettrici della Casa prevede 4 modelli con autonomie da 40 a quasi 100 km. Di seguito la pagina ufficiale con tutte le informazioni:

SCOOTER ELETTRICI ASKOLL

Le e-bike di Askoll entreranno senza dubbio nellla categoria di mezzi acquistabili con il bonus da 200 €. Ecco la gamma.

BICI ELETTRICHE ASKOLL

In attesa di ricevere ulteriori e definitive conferme sull’arrivo del bonus, vi invitiamo a consultare il sito di questo produttore per farvi un’idea delle caratteristiche del mezzo più idoneo alle vostre esigenza.