Bonus patente 2500€, il nuovo regalo che fa gioire gli italiani: di che si tratta

Il tanto atteso bonus per la patente di guida 2022 si avvicina. Si tratta di un vero e proprio regalo per una specifica categoria di automobilisti e di un importante passo avanti nell’ambito delle concessioni contenute nel decreto Milleproroghe recentemente approvato. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus Patente 2500 euro
Bonus Patente 2500 euro – Motori.News

È finalmente ufficiale: il bonus patente 2022, una delle chicche del tanto decantato decreto Milleproroghe, è in dirittura d’arrivo. La notizia è stata accolta con gioia e sollievo dagli automobilisti, soprattutto da quelli appartenenti a determinate categorie di conducenti interessati dal sopraccennato bonus.

Bonus 2022: ecco tutte le informazioni

Il governo è interessato a ridurre il più possibile la disoccupazione, lo fa promuovendo la formazione. In questo caso, il bonus previsto dal decreto Milleproroghe è pari a 2.500 euro per l’ottenimento della cosiddetta patente speciale.

La guida comporta maggiori costi e responsabilità, indipendentemente dall’attività svolta sulla strada, dal privato cittadino ai camionisti.

Questa diciamo ‘minaccia’ sempre presente, costituita da non poche spese, tasse e uscite, mette sotto pressione le finanze di molte famiglie. Tuttavia, grazie al decreto Milleproroghe recentemente promulgato, è ora possibile usufruire del bonus patente 2022, che agevola alcune categorie di automobilisti.

Si tratta di una misura rivolta agli autotrasportatori, uno dei settori più colpiti dalla pandemia e dalla congestione del traffico.

Si tratta di una categoria vasta ed eterogenea che del loro vivere sulla strada e nella propria auto non è hanno fatto solo un lavoro, ma anche una ragione di vita.

Patente di guida – motori.news

Cosa comporta questo Bonus patente 2022

Il Bonus Patente 2022, figlio del decreto Milleproroghe varato dal Governo, per far fronte alla pandemia e alla crisi economica che ha recentemente colpito il mondo, (solo in Italia la disoccupazione giovanile raggiunge il 50% in alcune regioni), mira a migliorare le competenze dei giovani per aiutarli a trovare lavoro.

Questo bonus permetterà loro di ottenere una qualifica CQC che li abiliterà alla guida di veicoli pesanti e al trasporto di merci.

I requisiti per ottenere il rimborso

E’ particolarmente rilevante per gli operatori del settore dei trasporti: questo beneficio è rivolto a chi ha meno di 35 anni e pensa di ottenere queste licenze speciali per lavorare nel trasporto merci.

Questi veicoli sono utilizzati per il trasporto di merci o persone e non hanno nulla a che vedere con una normale patente per auto o moto. Il bonus riguarda solo questa categoria e non si riferisce a nessun’altra categoria.

Viene offerto sotto forma di voucher fino a 2.500 euro e l’80% della quota di partecipazione è rimborsabile. Il bonus può essere richiesto una sola volta e non influisce sul calcolo dell’ISEE.

Per raggiungere l’obiettivo della creazione di posti di lavoro, il bonus sarà finanziato con 3,7 milioni di euro solo per l’anno in corso e con 5,4 milioni di euro a partire dal prossimo anno fino al 2026.

Il fondo si chiama, non a caso, “Programma patenti per giovani conducenti per il trasporto stradale“.

I pagamenti andranno dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2026 e saranno inizialmente rivolti esclusivamente a coloro che non hanno ancora un lavoro vero e proprio, ma sono adeguatamente qualificati e in cerca di occupazione.

Come presentare la domanda?

Le modalità di presentazione delle domande di rimborso saranno chiarite dal decreto attuativo del ministero competente. Non è ancora stato reso pubblico, ma verrà annunciato a breve dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile.

Ci sarà forse una piattaforma online per richiedere un rimborso fino a 2.500 euro ed il modulo di richiesta potrà essere presentato una sola volta per beneficiario.