Carburante, non regalerai più soldi al benzinaio versando questo liquido: il pieno quasi non lo paghi

Grazie ad un additivo particolare risparmieremo il 35% del nostro carburante. Ecco di quale si tratta.

Additivo carburante
Additivo carburante – Motori.News

Avere un’auto è qualcosa che ci rende liberi e ci permette di percorrere alcuni km raggiungendo la nostra meta senza pensare di come fare per arrivare a destinazione o usare i mezzi pubblici.

Però mantenere un auto richiede pazienza e costi, specialmente quando si tratta di alimentarla, dato che, specie negli ultimi mesi, il costo del carburante è salito alle stelle per via delle conseguenze dei conflitti Europei.

Carburante: ecco come fare per risparmiare

Questo, ci porta a trovare delle soluzioni particolari riguardo il consumo del nostro carburante e spesso optiamo per soluzioni fai da te completamente errate che potrebbero danneggiare la nostra auto.

Esiste però un metodo infallibile, che fa risparmiare il 35% del carburante della nostra vettura grazie all’utilizzo di alcuni additivi molto particolari e adatti alla nostra tipologia di auto.

Quelle che ne traggono più vantaggio dall’uso di questi additivi sono le macchine alimentate a diesel ma anche quelle a benzina e a Gpl possono utilizzarli e questo gioverebbe tantissimo ai loro proprietari oltre che all’auto stessa.

L’auto ha bisogno di questi additivi per pulire gli iniettori e tenerli puliti per molto tempo e a migliorare la lubrificazione in modo che il carburante scivoli meglio evitando cosi di depositarsi e formare incrostazioni.

Una leggenda metropolitana dice che aggiungendo della benzina nel serbatoio delle auto Diesel aiuta a pulire gli iniettori, ma non c’è niente di più sbagliato di questo, perché la benzina non lubrifica più del gasolio.

Carburante: ecco come risparmiare grazie agli additivi
Utilizzare sempre gli additivi giusti e non optare per soluzioni fai da te – motori.news

In questo modo non solo si potrebbero danneggiare gli iniettori e la pompa ma la benzina essendo infiammabile molto più del gasolio potrebbe danneggiare i pistoni dopo una compressione di un motore a diesel.

Per questo motivo per preservare la propria auto è sempre meglio utilizzare additivi adatti che portano dei vantaggi alla nostra vettura e potrebbero farci risparmiare alcuni euro oltre che una parte del carburante stesso.

Questi additivi inoltre, prevengono la formazione di detriti, microbi, alghe, batteri e lieviti oltre che migliorare la funzione dei rapporti di compressione e contrastare la presenza di carburante incombusto nello scarico.

Di conseguenza eliminano fumosità riducendo emissioni dannose per l’ambiente dalla nostra auto e risolvono i fastidiosi rumori degli iniettori bloccati allungando la vita del motore della nostra vettura.

Ecco quale additivo usare

Qualora non si conoscere quale additivo utilizzare, è sempre meglio rivolgersi ad un meccanico che di regola vi consiglierà uno che ha la funzione di non far corrodere gli impianti per via della presenza di acqua e che elimini residui di carbonio e polveri sulle valvole grazie alla sua azione lubrificante.

Esistono due tipi di prodotti molto efficienti gli Additivi pulitori e gli Additivi protettivi che possono essere utilizzati sempre che siano di qualità efficiente sotto consiglio di un esperto in materia.

Carburante: ecco come risparmiare grazie agli additivi
Esistono due tipi di additivi quelli pulitori e quelli protettivi – motori.news

Quelli pulitori hanno la funzione di disincrostare gli iniettori sporchi e bloccati oltre che avere una funzione lubrificante e questo è utile quando lo scarico di fumo incrosta gli iniettori della nostra auto.

Quelli protettivi, invece, servono a mantenere questi meccanismi puliti e lindi e va utilizzato dopo l’utilizzo di quelli pulitori, in modo che la nostra vettura sia protetta da eventuali incrostazioni.

Grazie agli additivi protettivi si formerà una patina che fa scivolare il carburante ed evitare che si ripresentino problemi dovuti all’emissione dello scarico del fumo della nostra vettura in questione.

Carburante: ecco come risparmiare grazie agli additivi
Farsi consigliare sempre da un esperto su quale additivo utilizzare – motori.news

Come riportato sul sito dell’Autofficina Santuliana, i miglior additivi in circolazione sono quelli della TUNAP in quanto sciolgono e rimuovono i depositi di detriti prevenendo la formazione di nuovi e portano il consumo e le emissioni di sostanze nocive al livello di un’auto nuova oltre che essere compatibili con il diesel e il biodiesel.