“Ci ho quasi perso la vita!” Il pilota del Mondiale in lacrime dopo l’incidente

Aron Canet ancora scosso per l’incidente di una settimana fa. Il pilota Moto2 al Sachsenring con conseguenze fisiche e non solo.

aron-canet-mondiale-incidente
Aron Canet, incidente da paura – MotoriNews

A ripensarci ancora trema, un ricordo che provoca ancora qualche lacrima. Non è passato molto dal grave incidente stradale che ha visto protagonista il pilota Moto2 Aron Canet, assieme alla fidanzata Rocio. Un botto terrificante che ha quasi disintegrato la sua Chevrolet Corvette, guidata in questa circostanza dalla sua ragazza. La bella notizia è che entrambi sono usciti dal veicolo sulle proprie gambe, anche se poi per precauzione si è reso necessario il passaggio in ospedale. Canet è ora al Sachsenring per disputare il Gran Premio di Germania, ma i problemi ci sono. E non parliamo solamente delle conseguenze fisiche.

La dinamica

Ai microfoni di DAZN España, Aron Canet ha raccontato quanto accaduto sabato scorso. Una giornata assieme ad alcuni amici, con il grosso rischio di trasformarsi in tragedia. “Stavamo viaggiando in ‘Modalità Pista’, guidava lei, ma non le piaceva e ha cambiato in ‘Eco’. È una modalità messa al centro, può togliersi il controllo di trazione: ad un certo punto s’è tolto dal centro e lei non s’è accorta. In uscita di curva ha dato gas, ma la macchina è scivolata e sfortunatamente siamo finiti contro un muro che non si muove neanche con le cannonate.” Ne è uscito sulle sue gambe, ma non del tutto illeso. Ha riportato la rottura del naso, oltre al sopracciglio sinistro sceso fin quasi a toccare la palpebra e ad uno svenimento momentaneo.

Le lacrime

Il pilota Moto2 ancora si agita ricordando l’incidente. “Mi viene l’ansia, è stata un’esperienza traumatica. Ci ho quasi perso la vita!” In quel momento Aron Canet si deve fermare, la commozione e le lacrime prendono il sopravvento. Dura qualche attimo, poi spiega la sua situazione in questa prima giornata di GP. “Alla Clinica Mobile mi hanno fatto degli innesti in modo che il sopracciglio non scenda troppo. Non ci vedo molto bene…” Ma certo non è qualcosa che può fermarlo. “Dimostreremo di nuovo di cosa siamo capaci, punto.” Spirito combattivo che torna a farsi vedere. Da aggiungere che Canet non si è ancora lasciato alle spalle la lesione riportata al polso sinistro. Eppure è stato sempre protagonista, anzi in Catalunya non si è risparmiato nello spettacolare duello contro Celestino Vietti. In questo 10° round della stagione 2022 ci sono già i primi segnali del Canet sempre battagliero.