Codice della strada, il nuovo obbligo è una stangata: multe fino a 435 euro

Il codice della strada subisce continue modifiche, purtroppo non tutti si informano costantemente. Il risultato è l’arrivo di vere e proprie stangate inaspettate. 

Codice della strada
Codice della strada -Motori.news

Nella maggior parte dei casi, le multe arrivano per comportamenti che gli automobilisti, o i motociclisti, considerano banali.

Sono perlopiù comportamenti comuni che sono entrati a far parte dello stile di guida di tutti e delle abitudini, ma che sono del tutto errati oltre che pericolosi.

Novità sul codice della strada, in arrivo stangate

Il codice della strada è l’insieme delle norme che vanno rispettate per garantire una circolazione sicura di tutti i mezzi, auto, moto, bici tradizionali ed elettriche. Ad essere presi di mira sono anche i comportamenti dei pedoni.

A partire da gennaio le multe subiranno importanti rincari, le stangate saranno ancora più pesanti del solito. Queste rischiano di sorprendere gli automobilisti non aggiornati.

Il codice della strada è scritto dal legislatore a tutela di coloro che si spostano spesso sui mezzi. Per cui quando si è per strada, bisogna fare attenzione a tutto. Fino ad ora il rischio è stato beccare multe salate, a partire da Gennaio però lo saranno molto di più.

Un articolo che va assolutamente rispettato in ogni sua sfaccettatura è l’articolo 157 che è tra l’altro il più importante. Non rispettarlo significa correre il rischio di essere multati pesantemente.

Finestrini oscurati
Codice della Strada- Motori.News

Cosa dice l’articolo 157 del codice della strada

Questo articolo fa riferimento alla sospensione della marcia del veicolo con allontanamento da parte del conducente per molto tempo. In poche parole, tratta il parcheggio e i limiti  imposti per indicare la corretta modalità di parcheggio che consente di evitare pesanti multe.

Con sosta si intende la macchina parcheggiata con motore spento. Spesso si parcheggia a caso dove viene comodo, magari bloccando ingressi, garage, quindi non rispettando incroci o divieti di sosta magari per una commissione urgente di pochi minuti. 

Non conta il fatto che si perda poco tempo, a prescindere da questo, ci sono punti in cui il parcheggio è vietato e la regola va assolutamente rispettata. In alternativa c’è la sanzione che va dai 218 ai 435 euro.

Quando si parla di arresto, si fa riferimento alla sospensione della marcia, momentanea, il conducente rimane dentro il veicolo e non si allontana. Anche in questo caso, come in quello della sosta ci sono delle regole da rispettare. 

Per esempio, bisogna rispettare la distanza di sicurezza, perché in caso di incidente, chi non ha rispettato le distanze, rischia conseguenze gravissime, soprattutto il prossimo anno.