“Col numero di Lorenzo, ma il mio idolo è Stoner” La giovane promessa si ispira ai grandi

Ci sono campioni capaci di essere sempre d’ispirazione. Lorenzo e Stoner ad esempio sono i modelli di un futuro debuttante mondiale. 

rueda-lorenzo-stoner-leggende-motogp
La giovane promessa guarda a Stoner e Lorenzo – MotoriNews

I grandi del passato non smettono mai di essere d’esempio per i giovani piloti. Non solo le leggende delle precedenti categorie, ma anche i talenti dell’epoca attuale. Uno degli esordienti del prossimo Mondiale MotoGP è José Antonio Rueda, che approderà in Moto3 con un palmares di tutto rispetto. Il giovane spagnolo ha già scritto la storia, vincendo due campionati in questo 2022, ed entrerà nel Campionato del Mondo con KTM Ajo, una delle squadre di punta. Ma nel suo percorso personale ci sono anche due ex piloti del calibro di Jorge Lorenzo e Casey Stoner, lui stesso ha spiegato in che modo.

Sulle orme dei grandi

Non era mai capitato che qualcuno riuscisse a vincere JuniorGP, l’ex CEV, e Rookies Cup nello stesso anno. Almeno prima di questo 2022, la firma ce l’ha messa il piccolo talento spagnolo José Antonio Rueda. Già questo basta per dire che il ragazzino di Siviglia sarà uno dei giovani da osservare molto attentamente nella prossima stagione mondiale. Un pilota che ha come numero di gara il #99, la scelta non è certamente casuale. “Da piccolo mi piaceva tantissimo Jorge Lorenzo, l’ho scelto per lui” ha spiegato Rueda in un’intervista a Marca. Il suo preferito in assoluto però non è lui, ma un altro grande dell’era moderna della MotoGP. “Il mio idolo di tutti i tempi è Casey Stoner ha sottolineato il giovane pilota spagnolo. “Se dovessi scegliere uno dei due, direi lui.” Con un appunto. “Come stile di guida sono più simile a Lorenzo.”

Stoner&co sempre di ispirazione

Il piccolo Rueda è solo l’ultimo di una lunga lista. I “magnifici 4”, ovvero Valentino Rossi, Casey Stoner, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo continuano a spronare tantissimi ragazzini che sognano di diventare dei grandi della MotoGP. Pure un certo Marc Marquez ha avuto in Pedrosa e Rossi i suoi modelli di riferimento. Per diventare poi lui stesso un idolo per dei giovani. E pensare che Stoner ha avuto una carriera più breve di quanto avrebbe potuto essere per problemi di salute… Citiamo anche Alex Marquez, tifoso di Pedrosa, ed Alex Rins, che ha scelto Lorenzo come suo punto di riferimento. Due giovani in MotoGP da anni, seguendo le orme dei talenti di pochi anni prima. I quattro grandi, cinque con Marc Marquez, più di tutti sono riusciti ad accendere la passione per le due ruote nell’era moderna. Modelli di ispirazione per dare vita ad un sogno.