In merito all’emergenza sanitaria Coronavirus, che si sta espandendo a macchia d’olio in tutto il mondo, è giunta nelle ultime ore una notizia molto importante. La Siare Engineering International, azienda bolognese produttrice di respiratori polmonari per le terapie intensive in Italia, ha ricevuto il sostegno di FCA (Fiat Chrysler Automobiles), Ferrari e Marelli (multinazionale italiana che fornisce prodotti e sistemi ad alta tecnologia per l’industria automobilistica) per un importante contratto di fornitura.

A darne la conferma è stato lo stesso direttore generale della Siare, Gianluca Preziosa, in un’intervista a ‘Repubblica’. Queste le sue parole: “Adesso siamo tutti uguali, soldati in guerra contro il virus”. Ha poi proseguito che il pensiero di tutta la direzione dell’azienda va ogni giorno e notte a come produrre un numero maggiore di macchine. Nella giornata di ieri si è tenuta una riunione durata ben cinque ore con il gruppo Fiat Chrysler e il commissario Arcuri in cui si è discusso su come far giungere materie prime. Ecco come la Siare verrà supportata: Marelli e Ferrari contribuiranno per la produzione dei materiali a disposizione, mentre FCA sarà la coordinatrice delle operazioni.  

Ad oggi sarebbero state valutate due opzioni per far sì che tale progetto possa essere fattibile. In primo luogo è stata presa in considerazione la possibilità di garantire supporto alla Siare, con i tecnici FCA e Ferrari, per quanto concerne la logistica e la fornitura. L’altra opzione sarebbe quella di utilizzare lo stabilimento di Maranello per far crescere il numero dei respiratori salvavita. La Ferrari sarebbe disposta a dare inizio alla produzione delle macchine presso la sua sede. La soluzione definitiva sarà, ad ogni modo, ufficializzata nelle prossime ore.

Le grandi aziende dal cuore solidale

Nel frattempo che giungeranno gli sviluppi di quanto sopra esposto, sia FCA, Ferrari che CNH Industrial sono scesi in campo in prima linea per acquistare 150 respiratori e mascherine che provenivano dalla Cina. Inoltre la società di noleggio che lavora con questi marchi, la Leasys, ha garantito i suoi autoveicoli alla CRI (Croce Rossa Italiana) per trasportare queste attrezzature. La stessa società si è messa anche a disposizione con la Protezione Civile per offrire servizi di consulenza e la reperibilità di materiale sanitario in tempi brevi.