Cosa rischi se non paghi una multa, ti tolgono tutto

Molti automobilisti quando ricevono una multa per un divieto di sosta o per non aver rispettato un limite di velocità imposto su qualsiasi strada, scelgono di non pagare ed ignorare la sanzione nella speranza di scamparla.

Cosa rischi ora se non paghi una multa
Cosa rischi ora se non paghi una multa – Motori.News

Purtroppo però bisogna sapere che ci sono delle conseguenze parecchio gravi che non vale la pena correre soprattutto se la multa è di un importo basso. 

A volte gli automobilisti così come i motociclisti non conoscono il Codice della Strada per cui commettono degli errori dettati dall’ignoranza o dalla disinformazione. La legge non ammette ignoranza, per cui le multe arrivano senza fare differenze di alcun genere.

Altre volte nonostante si abbia una visione ben chiara di quella che è la legalità, si sceglie di sbagliare accettando i rischi e le conseguenze.

Quando pagare la multa per ottenere uno sconto del 30%

Se si paga la multa entro 5 giorni si ha diritto ad uno sconto del 30%. Se si paga entro 60 giorni si salda in misura ridotta, mentre a partire dal sesto mese non solo si paga il massimo ma si rischia anche il raddoppio dell’importo del verbale.

Dopo che una multa è stata pagata non si può più impugnare, per cui se si hanno dubbi sulla sua validità è meglio informarsi prima per non sbagliare. Chi vuole impugnare una multa deve presentare il ricorso agli uffici del Giudice di Pace entro al massimo 30 giorni.

Il ricordo può essere fatto dal diretto interessato oppure dal suo avvocato. In alternativa si può fare ricorso al prefetto entro due mesi, per farlo si deve inviare una PEC oppure una raccomandata.

multa 6000 euro
multa- Motori.News.it

Quali sono le conseguenze che rischiano coloro che non pagano e non impugnano le multe

Poi c’è anche chi decide di non ricorrere a questi mezzi e quindi preferisce semplicemente ignorare la multa. In questo caso il comune crea un atto documentale, per cui viene notificata la cartella esattoriale.

Nel corso degli anni si ha la possibilità di pagare il dovuto a rate, oppure non pagare correndo tutti i rischi del caso, rischiando conseguenze gravi. Infatti se non si paga la contravvenzione, senza fare ricorso, si rischia il fermo del mezzo oppure addirittura il pignoramento dei beni.

Tra i beni può rientrare lo stipendio, oppure la somma può essere trattenuta dal conto corrente o direttamente dalla pensione nel caso di un pensionato.

Per tutti questi motivi, qualora si dovesse ricevere una multa è meglio porsi prima la domanda: cosa è meglio fare? E poi tenere a mente che la legalità è l’unica strada da percorrere se non si vogliono avere problemi di alcun tipo.