Cosa significa la spia auto del lucchetto? Se è accesa ti metti le mani nei capelli

Spia auto del lucchetto accesa, cosa vorrà indicare? È preoccupante? Queste sono le domande che tutti si pongono trovandosi in una situazione certamente non piacevole, non sapendo cosa fare.

spia lucchetto
spia auto lucchetto- Motori.News

Può succedere di accendere l’auto ed ecco che sul quadro compare la spia del lucchetto accesa. In questo caso non è necessario farsi prendere dal panico, la situazione si risolve facilmente in pochi minuti.  

La spia del lucchetto accesa, potrebbe indicare, tra tante cose anche dei problemi all’immobilizer. Questo può bloccare l’avvio del motore, semplicemente perché il codice elettronico della chiave non viene riconosciuto più, per qualunque motivo.

Spia del lucchetto accesa, una delle cause può essere il malfunzionamento momentaneo della centralina

In poche parole la spia del lucchetto accesa potrebbe derivare da un malfunzionamento della centralina della macchina che non riesce a riconoscere la chiave che si usa per avviare il motore.

Tutto questo può avere una causa di base ovvero un guasto della centralina dell’antifurto, oppure la rottura dell’antenna della chiave a seguito di una caduta della stessa. Ecco perché bisognerebbe fare attenzione a come si usano e trattano le chiavi della macchina. Può sembrare banale ma una semplice caduta può essere la causa di centinaia di problemi.

Spia auto -motori.news

Cosa fare per provare a risolvere il problema subito o quasi subito

Ad ogni modo ci si chiede, cosa si può fare in caso di spia auto con il lucchetto accesa per provare a risolvere la problematica subito? La prima cosa da fare è rivolgersi al personale specializzato o a delle officine della casa madre dell’automobile per cercare di arrivare a fondo e provare a risolvere il problema a in fretta. Purtroppo lo fanno in pochi perché nonostante sia l’unico modo che permette di agire senza commettere alcun errore, ha un costo non indifferente. La cifra richiesta va da 150 a 300 euro.

Probabilmente chi è del mestiere proporrà la sostituzione della chiave, in alternativa si può anche provare a riprogrammarla. In entrambi i casi il costo non è alla portata di chiunque.

Se si è certi che il malfunzionamento possa essere legato ad una recente caduta della chiave, si può anche intervenire su di essa autonomamente senza rivolgersi a nessuno. Quindi per esempio nel caso di una chiave Fiat, basta aprirla togliendo il logo e dare un’occhiata al sistema interno. In caso di problemi, questi balzano subito all’occhio. Il problema potrebbe essere infatti una parte della chiave rotta oppure dissaldata. 

Una chiave dissaldata può essere sistemata rimettendo tutto il sistema a posto, saldandolo con un saldatore a stagno e basta, nulla di più. Una chiave danneggiata invece va acquistata nuova perché pur provando a sistemarla e a farla tornare come nuova, non è che certo che funzioni come sempre.