Il pilota lametino è stato convocato, nei giorni scorsi, dal CONI in quel di Reggio Calabria, presso la Sala Calipari del Consiglio Regionale. È stato tempo di onorificenze per coloro che hanno onorato le discipline sportive e hanno fatto parlare di sé con rilevanti risultati sui campi di ogni evento sportivo. Tra coloro che hanno avuto l’onorificenza, come detto, vi è stato anche Angelo Mercuri che, nel 2017, è stato protagonista nell’ennesimo trionfo nelle “Bicilindriche” a bordo della sua plurititolata Fiat 500.

Dopo essere stato premiato all’Eni Circuit di Monza, nel corso di una meravigliosa cerimonia tenutasi qualche settimana fa e che raggruppava tutti i più importanti protagonisti dell’automobilismo, Angelo Mercuri ha accolto con molto favore l’ennesima “chiamata all’onore”. Chiamata dovuta, che si è aggiunta a quella dello scorso anno e a tutti gli altri allori ricevuti nella sua carriera.

Soddisfatto il pilota calabrese, ormai abituato alla vittoria: “Che dire, sono onorato e felice di essere stato chiamato ancora una volta a ritirare un premio che dà morale e che sicuramente ci rende felici. Quella 2017 è stata una stagione, nella quale, con la nostra piccola Fiat 500, ci siamo tolte ancora soddisfazioni. Un’onorificenza capace di darci quella forza necessaria per programmare un 2018 dove vogliamo confermarci”.