Divieto di circolazione per queste auto: dal 1° ottobre sei fregato

A Milano dal primo ottobre 2022 scatta il divieto d’ingresso in Area B per i veicoli Diesel Euro 5. Gravi le ripercussioni sui cittadini, tante le lamentele e la rabbia per questo divieto.

Diesel euro 5
Diesel – Motori.news

E’ stato confermato dal Sindaco Sala il divieto ai veicoli Diesel Euro 5 di accedere all’Area B a cominciare dal 1 ottobre. La decisione è irrevocabile e il sindaco di Milano ha detto con estrema chiarezza che non ci sarà alcun passo indietro. Intanto, si scatenano le polemiche e le proteste per un divieto ritenuto ingiusto e che avrà ripercussioni negative sui cittadini.

La decisione è irrevocabile

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha sottolineato che è la decisione di vietare l’ingresso ai veicoli Diesel Euro 5 all’Area B dal 1 ottobre parte dal presupposto che bisogna tenere bassi i valori dell’inquinamento. Inoltre, bisogna accelerare la transizione ambientale, per cui non c’è tempo per le polemiche e per le lamentele.

diesel euro5
diesel euro5 stop – motori.news.it

Intanto, a chi ha detto che la misura va a danneggiare coloro che lavorano e coloro che hanno appena cambiato la vettura, il sindaco ha risposto che non ci sarà alcun passo indietro.

Le risposte di Sala non hanno dato un segnale positivo ai consumatori e la scelta del Comune di Milano apre uno scenario di nuove incertezze, in un futuro che di incertezze ne ha già fin troppe.

veicoli euro 4
veicoli euro 4 – motori.news.it

Bloccare la circolazione dei veicoli Diesel Euro 5 è sbagliato

Ma è davvero così cosa dice un esperto del settore? Un esperto sui carburanti e sull’impatto ambientale ha ribadito che vietare la circolazione dei veicoli diesel Euro 5 è una cosa del tutto errata. Intanto, ha precisato che a Milano la qualità dell’aria continua a migliorare, grazie proprio all’introduzione di vetture Euro 5 ed Euro 6 nel parco auto circolante.

La riduzione drastica dei dati emissione, che sono quasi pari a zero, è dovuta soprattutto al particolato dei veicoli Diesel Euro 5 ed Euro 6, che non portano ulteriori inquinanti nell’aria. Questi, invece, sono dovuti ai veicoli e alle vetture pesanti datate, agli impianti industriali e agli impianti termici.

Sulla concentrazione delle polveri un ruolo molto importante hanno anche le emissioni non allo scarico. Inoltre, sugli NOx, i Diesel Euro 5 possono contare su netti miglioramenti rispetto alle motorizzazioni passate, azzerando così una eventuale partecipazione alle concentrazioni della sostanza nell’aria. Quindi la decisione sembra davvero presa e non ci siano ripensamenti in merito da parte del sindaco della città di Milano, nonostante le numerose critiche e lamentele.