Ducati e gli ordini di scuderia: Enea Bastianini svela la verità

Enea Bastianini sul podio di Sepang dopo una sfida mozzafiato con Pecco Bagnaia. Nessun ordine di scuderia per il pilota Gresini.

Enea Bastianini (Ansa)
Enea Bastianini – Motori.News

In Malesia abbiamo assistito all’ennesimo duello stagionale tra Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini. Il leader del Mondiale gli si è messo davanti alla partenza, è rimasto incollato agli scarichi della GP22 ufficiale, per tre giri gli è stato anche davanti, ma non aveva il passo per prendere il largo. Il ‘Bestia’ ha registrato qualche problema di trazione da metà gara e i suoi tempi migliori sono stati effettuati mentre era in scia a Pecco.

Qualcuno ha ipotizzato che Enea abbia intenzionalmente lasciato passare il suo futuro compagno di team, per ascoltare qualche ordine di scuderia dai vertici aziendali. Invece nel debriefing post Malesia ammette di averci provato fino all’ultimo. “Ho dato il 100%, ho cercato di andare davanti, ma a metà gara qualcosa è cambiato e avevo meno trazione – racconta Bastianini -. Ovviamente è arrivato un segnale, ho preferito far passare Pecco per attaccarlo all’ultimo giro, però attaccare all’ultimo giro non è mai semplice, sapendo di avere una responsabilità grossa… è stata una cosa… dai…“.

Bastianini a Valencia per i bonus

Enea Bastianini (LaPresse)
Enea Bastianini – Motori.News

Difficile gestire certe situazioni, quando il tuo futuro collega di garage è in lotta per il titolo e una manovra azzardata potrebbe rovinare tutto. La sua moto non gli ha dato la fiducia che necessitava per puntare alla vittoria. “Ieri eravamo un po’ più competitivi“, ha aggiunto il pilota del team Gresini. “Non è mai facile gestire una gara così, quando il tuo prossimo compagno di squadra lotta per il Mondiale. Non è vero che oggi mi sono voluto tirare indietro, però ho avuto un occhio di riguardo“.

Adesso resta l’ultima gara, serve un ultimo sforzo su un tracciato che non gli ha quasi mai dato grandi soddisfazioni. Eppure con questa Ducati Desmosedici non è impossibile, anzi. La scorsa stagione il podio è stato monopolizzato tra tre ducatisti e quest’anno Enea Bastianini ha compiuto uno step non indifferente. L’obiettivo è il terzo posto in classifica per mettere le mani sui bonus premio per la top 3. Aleix Espargarò è avanti di un solo punto…

La miglior strategia per aiutare Pecco Bagnaia sarebbe trionfare a Cheste. Basterebbe una non vittoria di Fabio Quartararo per conquistare il Mondiale ed Enea sicuramente chiuderebbe davanti al rivale di Granollers. “Vincere a Valencia sarebbe una bella cosa, è una pista dove non sono mai stato competitivo, ma voglio provare a vincere“.