Elettrico: sono sempre collegate alla rete, ma quanto consumano da “spente”?

Le vetture elettriche consumano batteria anche da fermo. I motivi? Leggete questo articolo per capire a cosa è dovuta questa perdita di autonomia. Fortunatamente essa non è esagerata. Esistono, però, dei metodi per fare in modo che la perdita di carica della batteria possa essere inferiore. Molto dipenderà anche dal modello di vettura elettrica e dalle funzionalità presenti!

Elettrico consumo
Elettrico consumo – Motori.News

Molte persone si stupiscono e ci rimangono non proprio bene quando scoprono che la vettura elettrica recentemente acquistata si ‘prende il lusso’ di consumare la batteria anche nelle ore notturne sotto casa o quando essa è ferma in un parcheggio. I motivi sono diversi e variano da vettura a vettura e da marchio a marchio.

Uno dei marchi che maggiormente ha sviluppato l’elettrico negli ultimi anni è Tesla di Elon Musk. Proprio l’azienda americana spiega – sul proprio sito internet ufficiale – i motivi principali di questa piccola perdita di autonomia con il veicolo elettrico fermo.

Questa la nota di Tesla a riguardo: “La tua Tesla perde autonomia quando parcheggiata a causa del ‘vampire drain’. Questo può variare da poche miglia al giorno a valori piuttosto significativi a seconda delle impostazioni dell’auto. E può essere un problema se si lascia l’auto durante le vacanze. La tua Tesla non si addormenta mai del tutto. Contiene molti sistemi informatici che svolgono varie funzioni”.

Consumo batteria
Il consumo della batteria con la macchina elettrica ferma – Motori.News

Mediamente una macchina ferma 24 ore vede ridurre la propria autonomia di circa 2 km. Il problema è maggiore e più evidente se la macchina non dovesse essere usata per parecchi giorni consecutivi. Ma esistono metodi per abbassare questa perdita di carica della batteria?

Il consumo delle macchine elettriche da fermo. Cosa c’è da sapere?

Come agire per fare in modo che il consumo di batteria sia ridotto al minimo? Per ridurre questo consumo ‘inutile’ di energia sarà opportuno non tenere attive alcune funzionalità come, per esempio, il precondizionamento o lo sbrinamento. Infatti, alcune macchine elettriche, come quelle dell’azienda americana Tesla, permettono di riscaldare e climatizzare l’interno dell’abitacolo con maggiore velocità nei mesi invernali. Ovviamente questa cosa ha un prezzo, cioè il consumo di batteria anche quando la macchina è parcheggiata.

Macchine elettriche
Le macchine elettriche consumano la batteria anche quando sono parcheggiate – Motori.News

Per ovviare a tale cosa, però, nei mesi caldi consigliamo di eliminare questa funzione, in modo tale da non consumare la batteria con la macchina ferma. Una vettura elettrica consuma batteria da fermo per tutti i sistemi informatici presenti. Essi garantiscono funzionalità all’avanguardia, come per esempio la connessione dell’auto, l’apertura delle porte con i sensori ogni volta che l’utente si avvicina e molto altro ancora!

Come abbiamo visto, però, tutto ha un prezzo. E in questo caso l’utente dovrà ‘scontare’ una perdita di autonomia – seppur minima – giorno dopo giorno!