Enea Bastianini e la rivalità con Pecco Bagnaia: “Non vedo problemi”

Enea Bastianini si gode gli ultimi giorni di vacanza prima della nuova stagione MotoGP. Il 2023 sarà un anno clou per la sua carriera di pilota.

Enea Bastianini (Ansa)
Enea Bastianini – Motori.News

Il 2023 dovrebbe essere l’anno di Enea Bastianini, quantomeno sulla carta. Perché il pilota romagnolo, che ha concluso il 2022 con 4 vittorie e porta il 23 sulla livrea, ha tra le mani un’occasione imperdibile. Entra nel team Ducati factory, realizzando il sogno di una vita, e monterà in sella alla moto più competitiva della classe MotoGP in questo momento. Durante la pausa invernale non si è concesso molte distrazioni, Natale in famiglia e Capodanno sulla neve a Cortina d’Ampezzo, sulle Dolomiti.

A poco più di 200 km si terrà la presentazione del team Ducati, a Madonna di Campiglio, dal 22 al 25 gennaio. Bisognerà iniziare a fare sul serio, si metterà in volo per la Malesia per il test preseason, dopo un primo approccio con la Desmosedici GP23 a Valencia nel mese di novembre. Qualche giorno fa ha festeggiato il suo 25° compleanno, tra i regali più graditi di questo periodo natalizio ha ricevuto “un paio di cuffie per ascoltare musica, una collanina con il numero 23 e un rasoio per la barba… Mi hanno detto che è troppo lunga“.

Bastianini e la rivalità con Bagnaia

Enea Bastianini (Ansa)
Enea Bastianini – Motori.News

Da qualche tempo convive con la fidanzata Alice Ricci, un’esperienza che gli è servita a maturare in pista e nella vita. La stagione MotoGP ’22 gli ha regalato grosse soddisfazioni che ora punta a ripetere e migliorare. L’obiettivo “era di essere subito veloce e fare meno errori possibili”, ha raccontato Enea Bastianini a ‘La Gazzetta dello Sport’. Qualche errore in verità c’è stato, specialmente nella parte centrale del campionato. Quando si trattava di decidere il suo futuro, che oscillava tra il team Pramac e Ducati factory.

Una situazione di forte pressione che l’ha condizionato solo in parte, lo stress è un fattore naturale per un pilota. A frenare la scalata verso l’alto sono stati più gli errori all’interno del box e qualche pecca individuale. Ma il team si è subito ripreso e i suoi passi in avanti nelle qualifiche sono stati sicuramente una carta vincente. Uno step che si rivelerà molto utile nel 2023, quando avrà a disposizione una Ducati GP23, quindi una moto potenzialmente più competitiva.

Sarà altrettanto competitivo il suo compagno di box e campione del mondo Pecco Bagnaia. Tra i due non sembra esserci quella rivalità su cui tanto spingono i media. “Per ora ci ridiamo sopra. La rivalità ci sarà, ma siamo due persone molto tranquille, non vedo problemi tra noi“, ha concluso Enea Bastianini. “Dovrò migliorare la prima fase di gara, ma non sono preoccupato. È un discorso prettamente mentale, lavorerò su me stesso“.