Questa mattina sul circuito cittadino di Melbourne sono giunte al termine anche le qualifiche valide per il Gran Premio d’Australia, primo appuntamento della nuova stagione di F1 2019.

Le Mercedes continuano il dominio, il campione del mondo Lewis Hamilton conquista l’ottava pole precedendo il team-mate Valtteri Bottas. Le Ferrari, invece, deludono soprattutto l’esperto Sebastian Vettel, mentre il giovane talento Charles Leclerc fa autocritica per non essere andato oltre la quinta posizione.

MERCEDES DOMINANTE, FERRARI DELUDENTE

Molti appassionati e tifosi della Ferrari speravano in una pole position o comunque in un dominio delle rosse di Maranello, ma piloti compresi dovranno accontentarsi di un terzo e quinto posto in griglia di partenza. Ancora una volta sono le Mercedes a dettare legge, il campione britannico porta a casa l’ottava pole all’Albert Park di Melbourne e l’84esima nell’arco della sua carriera al Circus. Hamilton ha ottenuto 7 decimi al rivale Vettel, strappando a Bottas (che continua a sorprendere) la pole proprio sul filo del rasoio.

Il giovane talento monegasco, neo arrivato in Ferrari, Charles Leclerc, ha fatto mea culpa circa la sua prestazione. Il pilota ha chiuso in quinta posizione, ma voleva regalare ai suoi tifosi e a se stesso un risultato migliore. Il 21enne è stato beffato anche da Max Verstappen, che a bordo della Red Bull, ha ottenuto un buon quarto posto.

HAMILTON-VETTEL, PAROLE A CALDO

Al termine delle qualifiche di Melbourne, il poleman Hamilton e il tedesco Vettel hanno concesso un’intervista a Paul Di Resta, riportata così dai colleghi di ‘Motorbox’:

“Pensavo fossero più vicini onestamente. Dopo i test non pensavamo che questa sarebbe stata la situazione, certo ci speravamo. I ragazzi in fabbrica hanno fatto un lavoro vicino alla perfezione e Valtteri è stato eccezionale, ho dovuto tirare fuori qualcosa di speciale per stargli davanti. Il secondo giro del Q3 è stato incredibile, non sempre si riesce a migliorare ma stavolta è andata bene. Abbiamo ottimizzato il bilanciamento durante il weekend e da Barcellona a qui il progresso è stato parecchio grosso, soprattutto a livello di assetto.”

Sebastian Vettel dal suo canto si ritiene un po’ deludente per il risultato ottenuto:

“Prima di tutto faccio i complimenti a Lewis. Deludente? Non saprei, sono state qualifiche difficili, nel Q2 sono uscito di pista, ma abbiamo una buona macchina e questa è una pista molto particolare, non dovremo preoccuparci troppo ma chiaramente non è positivo il risultato di oggi.”

Il tedesco della rossa di Maranello ha poi concluso l’intervista speranzoso per una possibile vittoria di domani:

“Credo che sia possibile vincere domani, l’hanno scorso l’abbiamo fatto e in condizioni di gara siamo in buona forma. Chiaro, la Mercedes è favorita dopo oggi, ma siamo qui per gareggiare no? Spero di fare una bella partenza, vediamo domani dopo 58 giri come andrà.”

AUTOCRITICA LECLERC

Il giovane Leclerc non nasconde la sua delusione in un volto tanto arrabbiato quanto consapevole di poter fare di meglio:

“Il bilanciamento della macchina non era male, domani spingerò dalla partenza, qui è difficile sorpassare, ci vorrà un buon abbrivio e un po’ di fortuna con la strategia, dobbiamo lavorare per fare meglio nelle prossime gare.”

Per il neo ferrarista il quinto posto è stato in fin dei conti un risultato positivo. Secondo lui non è stato bravo oggi, fa mea culpa sia per le Q3 che per le Q1 e Q2, poteva ottenere di più. Nella gara di domani, in diretta TV in chiaro su Sky, Leclerc spera in una Top 3, anche se ritiene lontana la prima fila.