carlos-sainz

Dopo l’addio di Sebastian Vettel alla Ferrari, giovedì scorso è giunta l’ufficializzazione del nuovo pilota. A partire dalla prossima stagione 2021 di Formula 1, ad affiancare Charles Leclerc nella scuderia di Maranello, ci sarà lo spagnolo Carlos Sainz Jr. In questo articolo parleremo nei dettagli della carriera, curiosità, numeri e statistiche del neo arrivato nel team modenese.

Il nome completo del pilota spagnolo è Carlos Sainz Vàzquez de Castro (che tutti chiamano ormai Carlos Sainz Jr.). E’ nato a Madrid il 1° settembre 1994 ed è un pilota automobilistico che corre in Formula 1 dal 2015. Il 24 enne è un noto figlio d’arte, infatti, suo padre Carlos è un pilota di rally, due volte campione del mondo in questa categoria nel 1990 e nel 1992. Vincitore, inoltre, di tre edizioni del Rally Dakar (nel 2010, 2018 e 2020).

Carlos Sainz Jr, in una recente intervista al sito ufficiale di F1, dice di aver “conosciuto” veramente suo padre solamente quando quest’ultimo si è ritirato: “L’ho conosciuto davvero solo quando si è ritirato. Volevo essere un pilota. Volevo essere come lui“.

Suo padre è un uomo molto vige al lavoro e molto determinato ed è sempre presente nel paddock: “Quando si mette in testa un obiettivo, è la persona più tenace che abbia mai conosciuto. E la sua passione per le corse è contagiosa”.

Carlos Sainz, la sua carriera prima del Circus

Prima di intraprendere la carriera come pilota di Formula 1, Carlos Sainz Jr. nel 2005 ha debuttato nel mondo dei kart, dove ci è rimasto fino al 2009. In questa categoria ha vinto il suo primo titolo nel campionato KF3 dell’Asia-Pacifico.

Nel 2010 il pilota spagnolo debutta nel Red Bull Junior Team e partecipa all’EuroInternational nella Formula BMW Europe, con il quale ottiene il titolo di Rookie Cup e portandosi a casa il prestigioso Gran Premio di Macao. Dal 2011 al 2014 corre in Formula 3. A bordo della Renault riesce a vincere la Northern European Cup della Formula Renault 2.0 e ottiene il secondo posto nella Eurocup. Nel 2012 cambia monoposto e corre nel team Carlin Motorsport nel campionato britannico di F3, ottenendo cinque successi e nove podi. Nel 2014 vince la Formula Renault 3.5 Series a bordo di una vettura del team DAMS.

Carlos Sainz, il passaggio in Formula 1

Lo spagnolo il 28 novembre 2014 incorona il sogno di correre in Formula 1. Questo grazie all’ingaggio del team Toro Rosso per la stagione 2015. Esordì al Gran Premio d’Australia e ottenne subito i primi punti. Riesce ad essere sempre competitivo in pista, andando di nuovo a punti in altre sei gare della stagione. Nell’arco della seconda stagione le prestazioni diventano sempre migliori e anche i punti i classifica tendono a salire.

Nel 2017 la Toro Rosso conferma Carlos Sainz in scuderia e riesce ad ottenere diversi punti totalizzandone ben 48, tra questi un ottimo quarto posto al GP di Singapore. Il 7 ottobre avviene il suo passaggio in Renault, dove andrà a sostituire Jolyon Palmer negli ultimi quattro gran premi stagionali.

Nell’estate del 2018 si svincola dalla Toro Rosso per passare in McLaren, con la quale disputerà la stagione 2019 sostituendo il campione partente Fernando Alonso. La scorsa stagione, dunque, il giovane pilota si mette subito in mostra ed è autore di un’ottima annata. Il primo podio con la scuderia di Woking l’ottiene al Gran Premio del Brasile, salendo sul terzo gradino. Conclude la stagione al sesto posto in classifica generale piloti con 96 punti al referto.

Ma la chiamata più ambita che ogni pilota di Formula 1 sogna, arriva per Carlos Sainz il giorno 14 maggio 2020, quando la Ferrari lo annuncia come secondo pilota in sostituzione di Sebastian Vettel.

Le curiosità sul neo pilota Ferrari

Il nuovo acquisto della scuderia di Maranello, parla benissimo l’italiano, e questo è un ottimo punto a favore. Il soprannome di Sainz Jr. è “Chilli”, ossia un piccolo nomignolo amichevole che deriva dal nome Charlie. Ciò che non gli piace nella categoria cibo, è il piccante.