F1, GP Turchia - Foto | Sito Uff. Formula 1

La notizia era già nell’aria da un po’ di tempo, ma nella giornata di ieri, 28 aprile, è giunta l’ufficialità da parte della Formula 1: per la seconda stagione consecutiva il Gran Premio del Canada, in programma il dall’11 al 13 giugno prossimo, non si correrà ed al suo posto si disputerà il Gran Premio di Turchia. Tale decisione è stata in seguito alle restrizioni sanitarie (alla pandemia da Covid-19) imposte per tutti i viaggiatori provenienti dall’estero diretti verso il Canada e obbligati ad effettuare una quarantena minima di 14 giorni, che ovviamente andrebbe ad impedire l’operatività dell’intero staff di F1.

Non solo problematiche relative all’emergenza sanitaria, ma anche l’aspetto finanziario ha giocato un ruolo importante all’interno di questa decisione. Purtroppo l’esigenza di partecipare al GP del Canada a porte chiuse si è scontrata con le perdite economiche che avrebbero dovuto addossarsi gli organizzatori.

Stando alle dichiarazioni di Stefano Domenicali, presidente e amministratore delegato della Formula 1, riportate dal quotidiano la ‘Gazzetta dello Sport’, se da una parte si reputano delusi di non poter correre in Canada in questa stagione, dall’altra sono entusiasti di confermare che la Turchia ospiterà un Gran Premio nel 2021 dopo l’incredibile gara dello scorso anno. Sa bene che tutti i loro fan sono eccitati dall’intenso inizio di stagione e la Turchia è un grande circuito in grado di offrire grandi battaglie in pista. Il dirigente italiano ha poi voluto ringraziare i promoter e le autorità canadesi per tutti i loro sforzi compiuti nelle ultime settimane, ma la situazione attuale ha reso i loro piani impossibili. Ha voluto anche ringraziare il promoter e le autorità in Turchia per la loro continua disponibilità a ospitare una gara di Formula 1 che dimostra l’enorme interesse per il questo sport.

Dunque toccherà alla Turchia prendere il posto del Canada e Liberty Media, già lo scorso mese di marzo, aveva avviato i contatti con i responsabili del circuito ad Instanbul Park per capire la reale disponibilità nel disputare il Gran Premio nella seconda settimana del mese di giugno prossimo. Insomma, anche nel 2021 il Circus della Formula 1 non si potrà disputare sul tracciato intitolato a Gilles Villeneuve, ancora una volta a causa delle restrizioni dovute al Coronavirus.