Purtroppo l’emergenza sanitaria Coronavirus avanza sempre di più in tutto il mondo, che è entrato in una vera e propria terza guerra mondiale combattendo un nemico invisibile e potente. La pandemia globale sta mettendo in serie difficoltà anche il mondo del Motorsport. Il campionato mondiale di Formula 1, ad esempio, che sarebbe dovuto partire in Australia con la prima tappa stagionale, è al momento sospeso e probabilmente potrà iniziare a giugno. Tanti sono i mesi di ritardo per il Circus e diversi sono i Gran Premi da recuperare. Per tale ragione il mondiale per eccellenza delle quattro ruote scoperte si affiderà agli eSport, precisamente lanciando la ‘Virtual Grand Prix Series’.  

In cosa consiste la Virtual Grand Prix Series

Si tratta di una serie realizzata per permettere a tutti i fan delle quattro ruote di proseguire la visione, in modo virtuale, delle gare di Formula 1 aspettando che inizino quelle reali. Le prove virtuali avranno inizio nelle medesime date in cui si sarebbero dovuti svolgere i Gran Premi, cancellati o posticipati a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus. La prima ‘gara virtuale’ si è disputata domenica 22 marzo con il Gran Premio del Bahrein vinto da Guanyu Zhou, pilota di F2, tester Renault ed ex Academy Ferrari. La gara si è corsa per un’ora e mezza percorrendo la metà della vera distanza, dunque 28 giri. La Virtual Grand Prix Series proseguirà fino al termine del mese di maggio. Sono diversi i piloti del Circus che parteciperanno a questa serie e che si troveranno seduti dinanzi al volante del simulatore F1 2019 di Codemaster.

Queste a seguire sono le dichiarazioni rilasciate da Julian Tad, responsabile di eSports di F1 e di iniziative di business digitale, ecco quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’:

Siamo molto felici di poter sdrammatizzare un po’ in questi tempi imprevedibili sotto forma del F1 Esports Virgual GP. Speriamo di intrattenere i tifosi ai quali manca la normale azione sportiva. Con ogni principale lega sportiva al mondo impossibilitata a competere, è un momento ideale per sottolineare i vantaggi degli esport e le incredibili doti messe in mostra”.

Dopo il Bahrein altri 5 eventi virtuali

Dopo la prima gara virtuale del Bahrein, che si è disputata domenica scorsa, ci saranno in programma altri cinque Gran Premi. La prossima gara sarebbe stata quella del Vietnam, ma dato che il circuito non è presente tra quelli di F1 2019 sviluppato da Codemaster, dovrà essere sostituito. Successivamente le altre gare saranno Cina, Olanda, Spagna e Monaco. Si proseguirà in questo modo fino a quando non verrà dato il via libera per correre quelle vere. Ovviamente è necessario sottolineare che i risultati delle gare virtuali hanno esclusivamente una valenza di gioco. Inoltre nei weekend in cui non erano previste gare, i fan presenti in ogni parte del mondo potranno sfidare i piloti di Formula 1. Su questo aspetto ci saranno maggiori dettagli che verranno chiariti nei prossimi giorni.