Ad oggi il campionato mondiale di Formula 1 è in pausa estiva e riprenderà domenica 29 agosto con il Gran Premio del Belgio, sul circuito di Spa-Francorchamps. L’ultima gara, prima del riposo, si è tenuta sul tracciato dell’Hungaroring, dove si è disputato il Gran Premio d’Ungheria vinto da Esteban Ocon su Alpine Renault e seguito sul podio da Lewis Hamilton (su Mercedes) e Carlos Sainz (su Ferrari).

Secondo le ultime notizie riportate dai colleghi di ‘Motorsport’, il calendario 2021 di F1 potrebbe subire dei nuovi cambiamenti. Infatti, nel corso della giornata di ieri 16 agosto, Joao Doria, governatore di San Paolo, insieme a Ricardo Nunes, sindaco della città brasiliana, hanno condotto una conferenza stampa per rendere noto che il Gran Premio di San Paolo, che era in programma il 7 novembre, potrebbe essere spostato di una settimana e disputato il 14 del medesimo mese.

Questo spostamento avrebbe uno scopo ben preciso, ossia quello di far accostare l’evento alla festa della Repubblica, che si terrà il 15 novembre, in maniera tale che la città avrà un più elevato riscontro economico. A quanto pare si tratta di una scelta ufficiosa, che sarà annunciata in via definitiva non prima del prossimo 26 agosto. Il GP di San Paolo si disputerà anche questa stagione ad Interlagos, dato che lo scorso anno la gara era stata cancellata a causa della pandemia da Covid-19.

L’organizzazione dell’evento motoristico farà in modo di riempire le tribune dell’impianto al massimo della sua capienza con gli spettatori vaccinati. Per adesso i biglietti non sono ancora in vendita ed un nuovo pacchetto di 20.000 tagliandi dovrebbe essere a disposizione dal 27 agosto.

Il promoter dell’evento di San Paolo, Alan Adler, ha dichiarato durante la conferenza che tale slittamento dovrebbe essere al 50-50, si tratta di un rompicapo, ma lavoreranno per questo. Afferma, inoltre, che non c’è alcuna possibilità di cancellazione del GP di San Paolo, che invece è confermato. Anche Doria è intervenuto spiegando che la cancellazione può diventare una possibilità solo se ci fosse una situazione catastrofica. Il governatore di San Paolo ha parlato con il CEO della Formula 1, ossia Stefano Domenicali e dovrebbe succedere qualcosa di inaspettato in tutti i sensi. Si reputano molto tranquilli riguardo alla realizzazione dell’evento. Devono solo confermare la data, che per adesso è il 7 novembre.