In seguito all’approvazione dei team, compresa la Ferrari, in merito al raggiungimento dell’accordo sul budget cap di 145 milioni di dollari a partire dalla prossima stagione 2021 di Formula 1, la rossa di Maranello si prepara a “tagliare” il personale in esubero e indirizzarlo verso gli altri team clienti.

All’inizio del mese di dicembre la Ferrari ha affermato già il passaggio alla Haas di Simone Resta, ingegnere e progettista, malgrado questi ruoli ancora non sono stati chiariti. La scuderia di Maranello tramite un comunicato ha voluto specificare che tra non molto dichiarerà altri trasferimenti.

A tal proposito, per far sì che venga incrementato il lavoro di gruppo, la Ferrari ha deciso di costruire uno stabilimento (distaccato), che sorgerà proprio accanto alla sede della Scuderia del Cavallino Rampante e sarà totalmente e unicamente a disposizione della Haas.

Ferrari realizzerà stabilimento per la Haas, le parole di Binotto

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha annunciato che queste persone (in esubero) rimarranno ugualmente a Maranello ma lavoreranno in uno stabilimento del tutto separato da quello della Scuderia Ferrari. Il che significa che non potranno accedere nelle strutture della squadra. Il direttore sportivo ha poi specificato che con la Haas rimarrà il rapporto che si è visto fino ad oggi ovvero come team cliente. Alcuni dei loro collaboratori si uniranno al team Ferrari, e secondo l’ingegnere questa potrebbe essere una grande opportunità perché crede che così facendo si andrà a rafforzare la loro organizzazione tecnica.

Binotto ha poi proseguito dichiarando che questa scelta è stata necessaria per il team perché sono stati costretti a ridurre il numero del personale a causa delle limitazioni imposte dal budget cap. La Haas, però, resta un team indipendente dalla Ferrari. Non si tratta di un junior team e non ci sarà alcuno scambio di informazioni al di là di quanto previsto dal regolamento.

Il team principal della Ferrari ha poi voluto mettere in risalto di aver preferito la soluzione di inviare il personale in esubero verso il team Haas piuttosto che verso altri team. Infatti, ha dichiarato che nel dover scegliere la riduzione della sua organizzazione, è certamente più felice di sapere che i ragazzi si uniranno al team Haas e lo andranno a rendere più forte anziché di essere semplicemente messi sul mercato e quindi rendersi disponibili per altre scuderie. Questo, specifica Binotto, è il principale modo secondo cui concepiscono le collaborazioni.