Per la conquista del titolo mondiale la Ferrari e il popolo rosso dovranno aspettare la stagione 2022 di Formula 1. Non si tratta di una previsione o di una conferma, ma sono giunte dichiarazioni poco confortanti da parte di Mattia Binotto.

Il team principal del Cavallino Rampante, infatti, in vista della prossima stagione 2021 pare abbia già gettato la spugna circa la vittoria del titolo. Il prossimo campionato mondiale di F1 ancora deve iniziare che Mattia Binotto già ha messo le mani avanti. Il sogno di lottare per il titolo mondiale pare sia ancora prematuro.

Il boss della Ferrari avrebbe dichiarato ai microfoni di ‘Sky Sport’ che la vittoria per il titolo Mondiale non crede fosse realistica. La rossa di Maranello deve prima tornare a lottare regolarmente per il podio, questo deve essere il principale obiettivo della scuderia. Binotto sostiene di essere certo che questa squadra è viva ed è sicuro che faranno un passo avanti. Per tornare alla vittoria o della conquista del titolo mondiale bisognerà aspettare l’ingresso del nuovo regolamento tecnico, che entrerà in vigore per il 2022.

F1, titolo mondiale Ferrari posticipato al 2022

L’ingegnere italiano, nato a Losanna, in Svizzera, ha voluto mettere in chiaro alcuni punti. Secondo il team principal Ferrari il 2022 sarebbe il giusto momento per un forte cambiamento. Hanno l’opportunità di partire tutti con il nuovo regolamento e non solo, potranno lavorare sull’aerodinamica 2022 solamente da gennaio prossimo. Tutto ciò fa parte di una bella sfida, è una forte discontinuità e rimescolerà le carte.

Binotto ha poi proseguito:

“Il regolamento per come è stato scritto è molto restrittivo, quindi ci sono poche opportunità di inventarsi qualcosa di strano. Le premesse sono quelle giuste: cercare di aumentare la spettacolarità, le vetture potranno perdere meno prestazione aerodinamica stando più vicine a quella davanti”.

Al termine dell’intervista il boss della Ferrari ha dichiarato di non aspettarsi grandi salti in avanti per il prossimo anno, ma si ritiene comunque ottimista per il prossimo futuro, soprattutto in seguito alla crescita che sta dimostrando il pilota Charles Leclerc. Il team principal Binotto ha poi commentato l’imitazione di sé stesso fatta dal comico Maurizio Crozza. Dice che quando l’ha visto per la prima volta si è messo a ridere e lo fa ancora ogni volta che lo vede. Gli crea simpatia e lo diverte. Inoltre, aggiunge, che l’imitazione di Crozza in questa fase particolare della stagione ci può stare e sdrammatizza anche un po’.