lewis-hamilton

Non è giunto ancora il momento di ritirarsi delle gare, ma a quasi 35 anni il campione del mondo di F1 Lewis Hamilton sta iniziando ad avvicinarsi al finale di carriera. Il nuovo contratto che il sei volte campione iridato firmerà dopo quello in scadenza a fine 2020 (ancora non si sa con precisione se lo farà con Mercedes o con Ferrari), con molta probabilità sarà l’ultimo nel Circus. La cosa certa è che quando il pilota britannico deciderà di ritirarsi dalle corse, sarà una grande mancanza per la F1 sia per quanto riguarda lo sport sia a livello mediatico. Questa situazione, però, non preoccuperebbe più di tanto Chase Carey, boss della F1, il quale nutre tanta fiducia nei confronti dei giovani talenti che potrebbero tranquillamente sostituire Lewis.

Ritiro Hamilton, chi lo sostituirà?

L’amministratore delegato di Liberty Media (società di mass media americana che detiene le quote nel mondiale di Formula 1) ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito. Ecco quanto riportato da ‘tuttomotoriweb.com’:

Spero che Lewis corra per sempre. Credo che sia un campione incredibile, i suoi successi parlano da soli, ed è un eroe per il nostro sport, secondo a nessuno. Ha ancora delle sfide davanti a lui e voglio vederlo affrontarle. Ma so che non correrà per sempre, per questo abbiamo uno schieramento incredibile di giovani talenti. Max (Verstappen, ndr), Charles (Leclerc, ndr) o Lando (Norris, ndr) ci preparano ad un futuro incredibilmente entusiasmante e di sicuro spero che abbiano la chance di lottare con Lewis”.

Anche Jean Todt, presidente della FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile), è intervenuto sul discorso nuovi talenti e sul futuro ritiro di Lewis Hamilton. L’ex boss della Ferrari (ai tempi di Michael Schumacher) non è preoccupato circa le conseguenze non positive che possono subentrare in merito al ritiro del campione britannico. Todt ha ammesso che possedere un tipo di personalità e avere un campione come Lewis è bellissimo. Ha proseguito affermando che ogni dieci anni ci sono talenti speciali e questo fa parte della storia dello sport. Prima di Lewis c’era Michael Schumacher e ancora prima Fangio, Clark, Stewart e molti altri ancora. Un giorno toccherà ad Hamilton andarsene e al suo posto subentreranno altri talenti come Verstappen oppure Leclerc. Anche i nuovi arrivati nel Circus come Norris, Russell e Gasly sono dotati di talento e, il giorno in cui saranno alla guida di una macchina vincente, emergeranno nel ruolo di nuovi Lewis.

Lewis Hamilton e Toto Wolff in Ferrari dal 2021?

Stando alle ultime indiscrezioni di mercato piloti riportate da Eddie Jordan, ex proprietario proprio del team Jordan in F1 degli anni ’90, pare che a partire dalla stagione 2021 la Ferrai accoglierà sia Lewis Hamilton che Toto Wolff. Certo per il momento sono solo voci, non c’è alcuna conferma in merito ma una cosa è certa: la stagione 2021 di F1 farà parlare molto.