In vista del prossimo e nuovo calendario della stagione 2022 di Formula 1 e della presenza dei paesi arabi sempre più interessati al mondiale, Sebastian Vettel si reputa ufficialmente perplesso e rappresenta uno dei primi piloti del Circus a chiedersi se i soldi di questi nuovi paesi che pagano siano davvero “puliti”.

A tal proposito le tappe nei paesi arabi nella stagione 2022 di F1 saranno quattro, oltre al GP del Bahrain, anche il GP di Jeddah in Arabia Saudita, il GP del Qatar (malgrado non avesse ricevuto ancora la conferma) ed il GP di Abu Dhabi, che chiuderà il mondiale il 20 novembre 2022. Se pensiamo alla velocità e all’efficacia con cui i paesi arabi stanno facendo il loro ingresso negli affari di Liberty Media, non è più inconcepibile pensare ad una Formula 1 futura circondata da tracciati desertici.

Ed ecco che Sebastian Vettel, attuale pilota dell’Aston Martin, è voluto intervenire in tale questione mostrando la sua preoccupazione per quanto concerne lo spettacolo che regala la Formula 1. Il tedesco ha così spiegato, nel corso di un’intervista rilasciata al ‘New York Times’, che ci sono molti Paesi in cui gareggiano e, probabilmente, molti soldi che ricevono non sono molto puri. È un argomento difficile da affrontare, ovviamente. Alcune nazioni stanno meglio di altre in questo senso.

L’ex pilota Ferrari, che da sempre lotta ed interviene per i temi sociali, ha inoltre affermato che da un certo punto di vista sia moralmente sbagliato andare a correre in certi posti. Ma ovviamente, sotto l’aspetto finanziario, vede che c’è un enorme incentivo per la Formula 1 come azienda ad andare lì. Essendo uno sport di livello globale seguito da molte persone, crede che la Formula 1 debba cominciare ad assumersi maggiormente le proprie responsabilità e debba essere cosciente e consapevole delle proprie azioni, che si tratti di ospitare un evento di Formula 1, di gestire un’azienda ovvero di vendere un prodotto.

La Formula 1 necessita di soldi e, come accade da sempre, fa di tutto per perseguire tale scopo e, secondo il quattro volte campione del mondo Vettel, occorre iniziare ad affrontare maggiormente le conseguenze delle loro azioni e assumersi le loro responsabilità.