Il sogno di ogni pilota resta sempre quello di salire un giorno a bordo della , un sogno che potrebbe diventare realtà per . Il team principal della di Formula 1, , ha rilasciato dichiarazioni molto interessanti circa il possibile passaggio del campione britannico su una rossa di Maranello.

Hamilton-Mercedes è addio? Wolff risponde

Stando alle dichiarazioni rilasciate da Toto Wolff durante una recente intervista, ha lasciato presagire un possibile passaggio di Hamilton con la scuderia Ferrari. Queste le rivelazioni riportate dai colleghi di ‘newsf1.it‘:

So che Hamilton un giorno potrebbe essere tentato dalla Ferrari, ne abbiamo anche parlato apertamente tra di noi. La Ferrari è un marchio fenomenale, il più prestigioso della Formula 1, e ogni pilota sogna di vincere almeno un Mondiale con il Cavallino. D’altra parte, però, anche la Mercedes ha una grande storia e siamo riusciti a rinnovare i fasti del passato, cosa di cui Lewis va molto fiero. Io spero che lui finisca la sua carriera con noi vincendo qualche altro titolo ma, come detto, so che tutti hanno il desiderio di salire sulla Rossa.

Se un domani il campione britannico dovesse approdare con la scuderia del Cavallino rampante, Toto Wolff la penserebbe così:

Se in futuro dovesse approdare a Maranello prenderò la cosa con tranquillità. Finché saremo capaci di offrire un’auto vincente e un team accogliente, troveremo sempre piloti all’altezza pronti a correre per noi”.

Futuro in Ferrari, Hamilton la pensa così

Il pilota anglo-caraibico ha risposto così circa un suo probabile futuro con la rossa di Maranello:

Penso che quando sei in trattativa finisci sempre per cadere sul nome Ferrari. Toto è un uomo molto intelligente, abbiamo grandi trattative e ottime conversazioni, naturalmente sono legato alla Mercedes da quando avevo 13 anni, quindi è molto difficile vedermi altrove”.

Ricordiamo che Hamilton, campione del mondo in carica, ha un contratto con la Freccia d’Argento fino al termine del 2020. Il britannico ha 34 anni e la suggestione Ferrari potrebbe essere il sogno finale di un pilota che, qualora il trasferimento dovesse andare in porto, fisserebbe l’ottavo titolo mondiale con ben tre squadre diverse.