Piccola, resistente, capace di andare dappertutto: stiamo parlando della Panda 1.3 MJT S&S 4X4 che abbiamo avuto il piacere di provare. Un’auto che nel tempo è diventata punto di riferimento per gli amanti dell’off-road, sin dai tempi della versione anni ’80, e che oggi da parecchio filo da torcere nel fuoristrada ai più blasonati suv di fascia alta. Ecco come si è comportata nel nostro test.

LINEA E DIMENSIONI

Il punto forte di questa Fiat Panda 4×4 non è di certo lo stile, non siamo di fronte all’auto che fa girare la testa quanto passa. Le doti sono ben altre: la lunghezza di soli 369 cm la fanno entrare di diritto nel segmento delle utilitarie da città; con il tasto City, che rende ancor più morbido lo sterzo, la piccola Panda si parcheggia ovunque con facilità. A bordo lo spazio di serie è per quattro persone, che possono diventare cinque aggiungendo la terza cintura di sicurezza nel divano posteriore (optional da 250 € comprensivi dei tre poggiatesta). La capacità di carico è pari a 225 litri (260 litri scegliendo per il sedile posteriore scorrevole), buona per il tipo di vettura.

PRESTAZIONI E CONSUMI

Il motto per questa Panda 4×4 potrebbe essere: “vado ovunque, ma pian piano”. Non sono le prestazioni da brivido il suo punto forte: 159 km/h di velocità massima. Manca una sesta marcia per lanciare l’auto in autostrada senza troppi patemi: avendo solo 5 marce a disposizione, a 130 km/h il contagiri segna oltre 3.000 giri/min incidendo sui consumi (circa 12-13 km/litro) e sul comfort a bordo. Accelerazione 0-100 in 14,5 secondi, discreta la ripresa grazie al sofisticato sistema di trazione che imposta automaticamente la distribuzione della coppia motrice tra asse anteriore e posteriore. Tenuta di strada discreta, le gomme M+S offerte di serie e la massa di quasi 1.300 kg a pieno carico si fanno sentire togliendo un po’ di precisione nell’inserimento in curva. I consumi in città sono migliori grazie anche al sistema S&S di serie. Nel fuoristrada la Panda 4×4 si trasforma completamente diventando un leone, grazie anche all’ottimo differenziale elettronico ELD. Si va ovunque anche in condizioni di aderenza al limite. Se per raggiungere la vostra casa la strada è dissestata ed impervia o se vi piace divertirvi sullo sterrato questa Panda fa per voi.

VITA A BORDO ED OPTIONAL

La vita a bordo è più che discreta, l’unica pecca è quel tascone poco pratico davanti al sedile del passeggero. La Panda 4×4 ha tutto ciò che serve, anche se non è per nulla regalata. Il prezzo di partenza supera i 18.000 dovuti essenzialmente al pregiato sistema di trazione integrale. Consigliamo di aggiungere alcuni pacchetti o i seguenti dispositivi per avere una vettura più completa: sensori parcheggio (350 €), cerchi in lega da 15” (510 €), climatizzatore automatico (500 €) ed airbag laterali anteriori (310 €). In questo modo il portafoglio schizza verso i 20.000 €, non pochi se pensiamo di avere un’utilitaria. Ma comprando la Panda 4×4 bisogna entrare nell’ordine di idee che si acquista un vero e proprio fuoristrada.

PREGI

Comportamento in fuoristrada
Buona abitabilità se comparata con le dimensioni dell’auto

DIFETTI

Consumi alti se si viaggia in autostrada
Prezzo elevato