Fiat Panda: l’auto usata più acquistata d’Italia

Nelle classifiche delle vendite del nuovo e dell’usato la Fiat Panda è oggi il veicolo più venduto in Italia. Piccola, versatile e affidabile la citycar all’italiana si guida molto bene ed offre varie possibilità di personalizzazione, mostrandosi come un veicolo adatto a tutti.

Design e dimensioni
Il design della Panda è molto piacevole da guardare. Nel traffico si riconosce immediatamente grazie al suo disegno dalle linee stondate e dalle forme abbastanza regolari, fatta eccezione sui parafanghi che sporgono rispetto al resto della carrozzeria. Le dimensioni sono contenute infatti è lunga 3,60 metri per 1,60 metri di larghezza. Queste dimensioni fanno in modo che il veicolo in città sia molto agile e non rende difficile trovare parcheggio. Inoltre, l’assetto di Fiat Panda è un po’ più alto rispetto ad altre auto dello stesso segmento, che rende molto piacevole la seduta e il viaggio.

Passando agli interni, Panda è sempre stata famosa per come vengono gestiti gli spazi. Il bagagliaio ha una capienza minima di 225 litri e le forme sono regolari. Lo scalino rispetto al pavimento inoltre non è eccessivo. Sono molto comode le luci installate di serie per la sera e alcuni ganci. Inoltre, i sedili posteriori possono essere ribaltati. La seduta dei passeggeri è comoda e mai troppo sacrificata, le porte hanno un’apertura larga, l’ideale per posizionare i seggioloni dei bambini i cui attacchi Isofix si trovano solo sui posti alterali posteriori. I posti anteriori sono invece più curati. La seduta è comoda e larga, ma il sedile del guidatore è regolabile solo in inclinazione e per giunta a scatti, mentre la regolazione in verticale è disponibile solo come optional. Considerando l’altezza del cruscotto è bene valutarne l’acquisto. Gli interni sono in plastica dura e gli airbag laterali sono disponibili come optional, ma la disposizione dei comandi è chiara e sempre a portata di mano.

Come si guida, motori e consumi
Per quanto riguarda la guidabilità la Panda stupisce non poco. La posizione di guida è molto comoda e lo sterzo è maneggevole. Per quanto sia leggero la guida in città e le manovre strette sono ulteriormente favorite dalla funzione ‘city’ che alleggerisce ancora di più il volante, regolabile solo in altezza. La sterzata è abbastanza ampia e la risposta del volante è veloce e precisa, anche se ad alte velocità si potrebbe fare di meglio. A differenza della maggior parte delle auto la leva del cambio è disposta in posizione rialzata e rende molto piacevole arrivarci per il cambio di marcia. Infine, la visibilità è molto buona, merito anche del terzo vetro presente in fondo e gli specchietti retrovisori piuttosto larghi.

Dal punto di vista delle motorizzazioni la Panda è disponibile in diverse configurazioni. A prescindere dalla configurazione che si sceglie i motori della Panda saranno sempre omologati Euro 6, il che significa alta efficienza e consumi ridotti. Le configurazioni delle alimentazioni sono varie. Fiat Panda può essere alimentata da un motore a benzina, il già testato 1.2 da 4 cilindri di Fiat da 69 cavalli. Questa versione è guidabile dai neopatentati ed è molto equilibrata, sia nei consumi che nelle prestazioni. Infatti, anche con uno stile di guida aggressivo è difficile raggiungere velocità troppo elevate, ma nel breve la potenza non manca. Per chi invece desidera prestazioni maggiori più scegliere il più sprintoso 0.9 da 85 cavalli che consuma leggermente in più ma fa sentire la differenza nelle prestazioni. I due motori a benzina possono essere combinati nell’alimentazione ibrida benzina – GPL oppure benzina – metano. In queste configurazioni la Panda consuma decisamente di meno (con circa 20€ di GPL si fanno circa 350 km). Tuttavia, le configurazioni ibride tolgono spazio al bagagliaio della Panda, infatti se vengono inserite le bombole non può essere messa il ruotino di scorta, disponibile come optional.

Infine, la Panda è disponibile anche con l’alimentazione a gasolio. In questo caso il motore è il famoso Multijet da 1.3 litri con la potenza di 80 oppure 95 cavalli. Questi ultimi sono i più potenti della categoria e garantiscono prestazioni maggiori rispetto alle configurazioni a benzina.

Prezzo nuovo e usato
Volendo acquistare un’auto nuova i prezzi di Fiat Panda sono molto vari. Si parte da circa 10.600€ per la configurazione a benzina 1.2 da 69 cavalli, mentre il range sale di circa 3000€ se si sceglie l’allestimento maggiore. Il prezzo totale può salire fino a 17.000€ per le configurazioni full optional scegliendo alimentazioni ibride oppure a diesel.
La Panda è disponibile anche nelle versioni 4×4 oppure Cross, dove i prezzi partono rispettivamente da 17.000€ e 19.000€ e salgono di circa 3000€ con gli allestimenti full optional.
Per quanto riguarda l’usato invece il prezzo è fortemente influenzato dal chilometraggio e dal motore scelto. In media i costi di una Fiat Panda usata del 2014-15 si aggirano intorno ai 7000€, ma ci possono essere delle eccezioni per le vetture che hanno percorso qualche chilometro in più (o con qualche danno alla carrozzeria) e si trovano a partire dai 4500€. Le versioni 4×4 oppure Cross invece partono dai 7000€, ma la media si aggira intorno agli 8000€.

Branded Content

Questo sito utilizza cookies.

Read More