Freni auto, a questa velocità non li consumi ‘mai’: una marea di soldi risparmiati

Freni auto, le pastiglie dei freni possono durare da 20.000 km a 100.000 Km, tutto dipende dallo stile di guida, dalla manutenzione e dalle abitudini di ogni automobilista.

Freni auto
Freni auto – Motori.News

Si può comunque risparmiare moltissimo prendendosi cura dei freni auto, effettuando la manutenzione quando è il momento, una volta l’anno almeno.

L’auto richiede un’ispezione accurata, periodica che va fatta direttamente dal meccanico, l’unico in grado di controllare tutto il sistema a dovere, garantendo il funzionamento di tutte le parti.

Controllo freni auto

Il meccanico esamina i freni auto, cercando di stabilire quale potrebbe essere la durata delle pastiglie, quando questi dovrebbero essere sostituiti oppure quando dovrebbe essere cambiato il liquido. Se tutto questo non viene attenzionato a dovere, quello che si rischia è causare danni importanti al sistema.

Il liquido dei freni va controllato in particolare per capire se sta finendo, perché livelli bassi possono causare il loro stesso malfunzionamento oltre che danni più ingenti. Se questi dovessero rompersi definitivamente, il prezzo da pagare sarebbe di molto più alto rispetto a quello del classico controllo o della manutenzione periodica.

Probabilmente, se si dovesse sentire improvvisamente un forte rumore metallico è arrivato il momento di sostituire i freni auto, in questo caso, non c’è proprio da perdere tempo.

Freni auto-Motori.news

Come si consumano i freni, consigli per risparmiare

Ma come si consumano i freni? Più si va veloce più si è costretti a frenare. Maggiore è la pressione che serve applicare al pedale, maggiore è il calore sulle pastiglie, più si consumano i freni e le pastiglie stesse. Il calore infatti causa la deformazione dei freni e di conseguenza di tutto l’impianto. Se avessimo un’andatura sempre costante, ad esempio se mantenessimo una velocità di 80 km/h riusciremo ad evitare frenate brusche e cambiamenti repentini di andatura. Solamente in questo modo aumenteremo la durata della vita delle nostre pasticche.

Una guida difensiva per esempio, anticipa situazioni critiche, perché consente all’automobilista di reagire in anticipo tutelando anche i freni. Ciò significa che si può semplicemente rallentare gradualmente, fino all’arresto dell’auto che avviene pochi secondi dopo, senza consumare in maniera smisurata i freni. In questo caso il freno motore, usa le marce inferiori per rallentare il veicolo, andando a limitare l’usura dei freni.

Alcuni automobilisti guidano con un piede sul pedale dell’acceleratore e l’altro poggiato sul pedale del freno, questo comporta l’utilizzo simultaneo di gas e freni che consumano tutto il sistema. Per concludere a fare la sua parte è anche il carico presente sulla macchina: una macchina appesantita, fa lavorare il doppio i freni. Quindi, soprattutto quando si percorrono lunghe distanze, è consigliato alleggerire il veicolo, non soltanto per evitare di usurare i freni, ma anche per contenere i consumi di carburante. Una macchina leggera, consuma molto meno.