Un'auto italiana con un design davvero accattivante e dalle prestazioni ammirevoli contro una tedesca solida e molto affidabile che guida le vendite europee. Cosa comprereste?

Giulietta VS Golf, sembra il titolo di un incontro da combattimento, in realtà questo è il duetto delle compatte che piacciono di più. Hanno due clientele differenti, da un lato troviamo gli “alfisti” che amano il brand del e vedono nella Giulietta l’inizio della rivalsa del marchio. Dall’altra parte abbiamo i cosiddetti “vaggari” coloro che amano follemente le ed in particolare la Golf. Ma andiamo a esplorarle entrambe da vari punti di vista.

Giulietta un nome evocativo che ricorda l’omonima vettura del 1957 che si distinse per quella linea filante frutto di studi aerodinamici eseguiti sull’autostrada Milano-Torino. Oggi quella pulizia estetica, al servizio della migliore aerodinamicità, si ritrova nella Giulietta in cui stile, tenuta di strada ed eccellenza motoristica si uniscono per coinvolgere i sensi in un’esperienza di guida unica e totalizzante.Del resto, tutte e tutte e tre le generazioni di Giulietta – dalla capostipite del 1954 alla Giulietta del 1977, fino all’attualissima versione – incarnano il vero “Spirito Alfa“: sono infatti vetture “leggere ed efficienti” – dalla scelta dei materiali al rapporto peso-potenza – ed esprimono la cura e l’attenzione al dettaglio tipica dell’alta scuola del design italiano. Inoltre, sono vetture agili sulla strada, grazie a sterzo diretto, sospensioni evolute e a una distribuzione equilibrata dei pesi.

Golf, un nome che da sensazione di sicurezza e solidità. La prima generazione arrivò nel 1974 e fino a oggi sono state prodotte 6,8 milioni di unità. Un’auto che è sempre stata regine delle vendite con un aspetto sempre sportivo ma sobrio. Il punto di forza di questa vettura è la qualità costruttiva e l’affidabilità che la accompagna nelle varie generazioni. Adesso nella Golf 7 troviamo anche tantissima tecnologia che la rende ancora più unica e che gli appassionati apprezzano sempre di più. Un design che è cambiato nel tempo senza mai strafare e che riesce a tenere il passo a concorrenti con design decisamente più accattivanti. Un’auto che guida sempre questo segmento, sia a livello di vendite che a livello di prestazioni e tecnologia.

Giulietta VS Golf, come possiamo non menzionare anche le due versioni sportive, da sempre concorrenti fra di loro. Entrambe aggressive e piacevoli rispondono a due gusti differenti: più tradizionale la GTI, più particolare la Quadrifoglio Verde. Un 2.0 litri TFSI quattro cilindri turbo benzina da 220 cavalli di potenza massima, che assicura uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi ed una velocità massima di 246 km/h, contro il 1.750 TBi turbo benzina italiano, accreditato di 240 cavalli e 340 Nm di coppia motrice abbianto al cambio Alfa TCT doppia frizione con sei marce e paddles al volante. Velocità massima di oltre 240 km/h ed accelerazione da 0 a 100 km/h in 6 secondi netti.

Due auto fantastiche che hanno pregi e difetti ma che, sono secondo noi, l’una è il complementare dell’altra. Non ci sentiamo di dire quale preferiamo ma sicuramente sono due vetture davvero ottime che sicuramente verranno scelte da due tipi di clienti differenti. Vogliamo consigliarvi solo di scegliere la vostra auto con il cuore e non con la razionalità, perché noi italiani, lo sapete, acquistiamo un’auto con passione.