Si corre questo fine settimana il GP del Canada. La novità è che le Mercedes correranno con i motori delle precedenti sei gare. Ecco tutte le informazioni sul circuito canadese, molto stancante per propulsori e freni.

Colpo di scena a meno di un giorno dal via del di . La Scuderia ha deciso di non portare a questo gran premio il nuovo motore dotato di più cavalli. Il difetto è nato da alcune componenti che non hanno passato l’ultimo controllo di qualità. Oltre alla Mercedes utilizzeranno lo stesso motore delle prime sei gare anche la Force India e la Williams. Non si tratta di un problema insormontabile, ma sappiamo tutti che il tracciato del GP del Canada richiede un grosso sforzo ai propulsori. Anche se il tempo previsto sarà piuttosto fresco, il motore sul tracciato del GP del Canada gira per il 68% del giro al massimo regime.

Avere un’unità fresca potrebbe fare la differenza. Dalle simulazioni effettuate da Magneti Marelli il motore sarà al massimo per ben 15″ sul rettilineo principale. Occhio anche al consumo di carburante. Per il GP del Canada serviranno circa 103 dei 105 litri disponibili nel serbatoio. Un assetto più scarico potrebbe permettere di eliminare un po’ di benzina per la minor resistenza aerodinamica della vettura in corsa. Infine occhio anche ai freni. Il tracciato di Montreal prevede lunghi rettilinei e brusche frenate, con un continuo raffreddamento e riscaldamento dei dischi.

Spazio quindi alle che tenteranno di recuperare punti preziosi sulle rivali Mercedes. Gara a luci ed ombre per le . Ricciardo sarà penalizzato di 10 posizioni in griglia per la sostituzione di alcune componenti dell’unità elettrica del motore (MGU-H), mentre Verstappen è atteso al riscatto di Montecarlo, sperando non ne combini una delle sue. Poi come sempre sfida tra le altre tra Haas, Renault, Force India e con le evoluzioni portate sui propulsori francesi.

Il GP del Canada si corre sul tracciato di 4.361 m, con 13 curve, realizzato sull’Isola di Notre Dame. Molto noto è il muro dei campioni, alla curva 10. Qui i piloti arrivano molto veloci dopo un lungo rettilineo dove è concesso l’utilizzo del DRS. La frenata può scomporre la vettura, ed in uscita della suddetta circa il muretto dista pochi cm dalla fine del cordolo. Celebri sono stati negli anni gli incidenti di Hill, Schumacher, Vettel e Villeneuve.

Le gomme previste saranno le Supersoft (rosse), Ultrasoft (viola) ed Hypersoft (rosa). Il record sul giro secco appartiene al che nel 2017 ha fatto segnare la pole in 1’11″459. Quest’anno di certo si abbatterà il muro del minuto ed 11 secondi con una proiezione per la pole in circa 1’10″5. La gara del GP del Canada si svilupperà su 70 giri pari a 305,270 km. La velocità massima che probabilmente verrà toccata dalle monoposto dovrebbe essere vicina ai 340 km/h.

Ecco gli orari per seguire il weekend del GP del Canada:

Venerdì 8 giugno:
Prove libere 1: 16.00-17:30 – diretta su Sky SportF1 HD
Prove libere 2: 20.00-21:30 – diretta su Sky SportF1 HD

Sabato 9 giugno:
Prove libere 3: 17:00-18:00 – diretta su Sky SportF1 HD
Qualifiche: 20:00-21:00 – diretta su Sky SportF1 HD
21:30 – Differita su TV8

Domenica 10 giugno:
Gran Premio: ore 20:10 – diretta su Sky SportF1 HD
ore 21:30 – Differita su TV8