GT WCE, Valentino Rossi: il retroscena raccontato dal suo rivale

Il debutto di Valentino Rossi nel Fanatec GT WCE a Imola raccontato da un rivale: il pilota italiano Luca Ghiotto.

Valentino Rossi (Instagram)
Valentino Rossi – Motori.News

Valentino Rossi è stato il protagonista a Imola in occasione della prima gara stagionale del Fanatec GT WCE. Nonostante il 17° posto finale, a causa di un errore al rientro in pit lane, quando ha perso il riferimento del suo box Wrt, il nove volte iridato del Motomondiale ha saputo calamitare l’attenzione del pubblico sugli spalti e in tv, con il pubblico di Sky che ha guardato il suo debutto in attesa del GP di Austin serale.

A vincere il primo round del 2022 ci ha pensato il trio al volante della Audi R8 Lms (Wrt) formato da Vanthoor-Van Der Linde-Weerts. 4°posto per l’Audi R8 Lms di di Haase-Drudi-Luca Ghiotto, quest’ultimo ex pilota di Formula 2 che ha vinto numerose gare ed è sicuramente uno dei migliori talenti automobilistici che l’Italia possa vantare. In passato ha persino duellato con l’attuale ferrarista Charles Leclerc ed è arrivato ad un soffio dalla promozione nel Circus.

Valentino Rossi osservato speciale

Valentino Rossi e Francesca Novello
Valentino Rossi e Francesca Novello – Motori.News

Luca Ghiotto ha guardato con un certo interesse l’esordio di Valentino Rossi con il team belga Wrt. “Non era facile debuttare nella gabbia dei leoni, ma da qui in poi migliorerà“, racconta in un’intervista a Corsedimoto.com. “Per rivederlo ho guardato la gara in tv, aveva un buon ritmo e del resto superare non è facile, le auto sono molto ravvicinate“. A complicare la gara della squadra è stato l’errore del Dottore in pit lane, mentre ai box stavano rientrando molte macchine. “Poteva accadere a chiunque, d’altronde la visibilità è ridotta dall’interno dell’auto. Pure io fino all’ultimo non riuscivo a vedere la piazzona e davanti avevo un’auto“.

Un errore perdonabile che sicuramente Valentino Rossi eviterà nei prossimi impegni, deve accumulare esperienza pur avendo dimostrato di non avere nulla da invidiare ai diretti avversari. Sicuramente la sua presenza è un fattore positivo per tutti i partecipanti in quanto ha portato interesse mediatico e di conseguenza anche nuovi sponsor si avvicineranno a questa categoria: “Grazie a lui il campionato ha preso grande slancio… Immaginavo che portasse un bel po’ di attenzione, anche se soprattutto su se stesso“.

Ma il GT WCE vivrà anche di vita riflessa, chi inizierà ad appassionarsi a queste corse prenderà confidenza anche con gli altri piloti: “La maggiore esposizione mediatica può avere risvolti positivi per tutti, già si notano delle differenze rispetto ai precedenti anni“, ha concluso Luca Ghiotto. Ma se Valentino Rossi è riuscito a realizzare i suoi principali sogni professionali, non può dirsi altrettanto per l’ex pilota F2 che non ha centrato l’obiettivo Circus. “Ho provato a raggiungere la F1 per dieci anni, ho avuto vari contatti ma senza esito… Resta un sogno, nel mio caso difficilmente si avvererà“.