Hanno tappezzato le strade, nessuno scappa al nuovo controllo: posti di blocco ovunque

Da adesso in poi nessuno potrà scappare da alcuni controlli ai posti di blocco delle forze dell’ordine. Ecco perché prima di mettersi alla guida di qualsiasi mezzo, che sia un’auto, una moto o altro, è bene informarsi ed essere a conoscenza di tutti i rischi che si corrono.

Nuovo controllo
Nuovo controllo – Motori.News

Questo non soltanto per evitare di incappare in qualche brutto incidente, ma anche per non correre il rischio di multe o addirittura sequestro del mezzo.

Per questi motivi si consiglia di informarsi bene sul codice della strada, in modo tale da essere informati su eventuali variazioni, seppur minime, che possono fare la differenza. Non tutti sanno per esempio che ci sono delle infrazioni che possono anche comportare delle conseguenze parecchio gravi all’automobilista, come per esempio il sequestro del veicolo.

Ecco perché conoscere le novità del codice della strada è importante

Essendo che dopo che si consegue la patente non ci si informa più sulla legge e sulle eventuali modifiche applicate, capita spesso che chi guida un’auto, una moto, un tir o un furgone non sia correttamente aggiornato e che quindi non conosca le nuove normative e non sappia come comportarsi in alcune occasioni ben precise.

Eppure la legge non ammette ignoranza, per cui aggiornarsi un po’ su tutto. Per esempio una delle nuove leggi che tutti devono conoscere ha a che fare con i controlli della polizia o in linea generale dell’arma. Qui si aprono due vie. Se gli agenti non devono andare alla ricerca di qualcosa di particolare, durante il controllo, verificano semplicemente i documenti del veicolo e la patente del conducente. Qui il controllo si ferma, tutto è bene quel che finisce bene.

Se invece ci sono dei sospetti che vanno oltre, per esempio si ha la sensazione che il conducente abbia usato sostanze stupefacenti o abbia bevuto alcolici, gli agenti sono chiamati ad approfondire, quindi a sottoporre il conducente ai test antidroga. A questo punto si pensa di non avere scelta, ma non è così.

posti di blocco-Motori.news

Quando è possibile negare il controllo e quali sono le eventuali conseguenze

Il codice della strada infatti consente di rifiutarsi, soprattutto se si è dalla parte del giusto e quindi non si pensa di essere in torto. In questo caso potrebbe anche trattarsi di sopruso.  Per cui si può anche negare il controllo, ma è bene sapere che questo non è gratuito e che ci possono essere delle conseguenze.

La Corte di Cassazione stabilisce che in questo caso può essere anche confiscato il mezzo, in maniera definitiva. Questa sanzione è inapplicabile nel caso in cui il veicolo non dovesse essere quello del guidatore.