autodromo-mugello

Il Gran Premio del Mugello è da sempre stato uno degli appuntamenti più sentiti e spettacolari del Motomondiale. Questo tracciato, infatti, nel corso degli anni è diventata una vera e propria arena di casa per Valentino Rossi, che ha conquistato sette vittorie consecutive. Di recente è diventato appuntamento fisso per la Ducati, che nelle ultime tre stagioni, ha vinto con tre piloti diversi: Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci.

Sarebbe un vero spettacolo se anche la Formula 1 potesse inserire nel calendario il GP del Mugello già a partire dalla stagione in corso, che inizierà il prossimo 5 luglio in Austria sul Red Bull Ring. Se venisse accettata la candidatura del circuito toscano, a quel punto il Circus avrebbe due Gran Premi da disputare in Italia compreso l’appuntamento del Monza Eni Circuit.

Per il momento non c’è ancora alcuna notizia ufficiale che possa confermare l’inserimento del Mugello nel calendario 2020 di MotoGP, ma stando alle ultime dichiarazioni rilasciate dal sindaco della città, Dario Nardella, pare che l’evento possa concretizzarsi. Queste a seguire sono le parole (di speranza) di Dario Nardella, sindaco di Firenze, che ha rilasciato durante un incontro tenutosi al Palazzo della Signoria e riportate da ‘motorsport.com’:

“Penso che non siamo mai stati così vicini alla possibilità di avere la F1 a Firenze e all’autodromo del Mugello. Speriamo bene e incrociamo le dita affinché si corra un secondo GP qui in Italia. Praticamente è certo, quindi per la prima volta ce la possiamo giocare per un evento che sarebbe storico”.

Il circuito del Mugello ad un passo dalla Formula 1

Il sindaco Nardella ha poi concluso il suo discorso lanciando un segnale di speranza e di entusiasmo per tutti i tifosi, ovviamente della Ferrari, e degli appassionati di questo sport. Qualora dovesse concretizzarsi la possibilità di correre al Mugello, non solo si tratterebbe di un evento storico e resterebbe negli annali del mondiale dell’automobilismo, ma farebbe anche la storia di Firenze.

Lo storico tracciato toscano avrebbe già ricevuto il via libera dalla FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) e questo lascia presagire che il Gran Premio del Mugello di Formula 1 potrebbe davvero avverarsi.

Per il momento bisogna ancora volare bassi, perché questa possibilità potrebbe scemare in un batter d’occhio. L’eventuale gara del Mugello dovrebbe disputarsi dopo sette giorni dalla tappa di Monza, che si terrà il 6 settembre, e prima dell’appuntamento in Russia in programma il 27 settembre. Bisognerà sperare che i russi non si candidino per un secondo GP da correre presso l’Autodromo di Sochi, a quel punto la speranza del circuito toscano andrebbe persa.